Xeric Nasa Apollo 15 automatic

XERIC NASA APOLLO 15 AUTOMATICO

Mentre la massa è impegnata a discutere sulla speculazione dei MoonSwatch, dell’orrore del GMT-Master mancino, o di quanto siano belli gli orologi verdi, a me piace come al solito razzolare negli angoli bui.
Oggi lo faccio con un orologio di cui ho sempre voluto scrivere.
Non è una novità assoluta, ma è bello e curiosamente concepito.
Si tratta infatti dell’americano Xeric Nasa Apollo 15, nato dall’idea della famiglia Greenblatt.
Mitch Greenblatt è stato uno dei primi blogger di orologi, attivo fin dal 2005.

Abbandonato il tema della birra sui suoi orologi, oggi offre il tema spaziale.
La NASA offre inoltre il proprio marchio, previo un permesso, senza costi di licenza.
Questo aiuta ad ampliare il programma spaziale americano, che necessita di propaganda.
Naturalmente la proliferazione di prodotti con questo marchio oggi è enorme, ma questo orologio in particolare merita attenzione.

OROLOGIO

Lo Xeric Nasa Apollo 15 non è un orologio di serie con l’aggiunta del marchio, tanto per vendere qualche pezzo in più.
Questo orologio nasce con un design che abbraccia l’estetica di una capsula spaziale che affaccia sul cosmo.
Le lancette, se così le vogliamo chiamare, sono rappresentate da due grandi sfere riempite di sostanza luminescente.
La tridimensionalità è inoltre accentuata da 7 punti fluttuanti, anch’essi con trattamento luminescente che compiono una rotazione all’’interno del quadrante in 60 secondi.
Due file di segmenti circolari, concentriche e luminose, delimitano questa sensazione di oblò.

MECCANICO

In questo articolo stiamo esaminando una versione animata da un movimento meccanico a carica automatica.
Si tratta di un calibro AmeriChron X3.1 che oscilla ad una frequenza di 4 Hz.
Ha una riserva di carica di 40 ore.
Questo movimento di origine americana, si posiziona in una fascia di concorrenza ai livelli di Miyota 8215, o di Seiko NH35.
Quindi non un movimento di qualità svizzera (e sopratutto con l’assistenza di un movimento svizzero!), ma comunque robusto e con un prezzo adeguato.

NUMERI

Lo Xeric Nasa Apollo 15 è composto da una cassa in acciaio da 40 mm. di diametro.
Il suo spessore è di 13,6 mm.
Il particolare quadrante è protetto da un vetro zaffiro con trattamento anti riflesso.
La lunghezza totale (LTL) è di 46 mm.
L’impermeabilità è invece garantita fino a 5 ATM.
Ciascuna delle 13 varianti di questo orologio, è prodotta in una serie limitata di 1971 esemplari.
Il cinturino in pelle presenta impunture orizzontali, che ricordano molto i sedili di una navicella spaziale.

CONCLUSIONI

Ad un prezzo base di 750 Dollari Americani, è sicuramente un prodotto interessante, nonché di facile conversazione.
In considerazione della sua origine geografica, dove l’orologeria è praticamente nulla dopo le acquisizioni di Bulova ed Hamilton, l’intraprendenza di Mitch Greenblatt fa ben sperare in una nuova rinascita.
Inoltre la quasi totale assenza di produttori di orologi, rende oltremodo difficile la realizzazione oltre oceano.
Quindi lo Xeric Nasa Apollo 15 ha tutte le carte in regola per diventare un orologio interessante.

Ma per chi vuole spendere meno, esistono inoltre modelli al quarzo, con fasi di Luna e colori diversi.

Scrivi le tue impressioni qui sotto!

www.xeric.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.