L

L’Europa e le politiche sui Ricambi

L’Europa e le politiche sui Ricambi, vedono l’anti trust annunciare indagini inerenti alle politiche forniture di ricambi ai centri assistenza e ai riparatori indipendenti.
La Commissione Europea non ha ancora identificato le compagnie coinvolte nella questione.
La Swatch Group conferma che sarà uno degli obiettivi.

Reuters cita le parole di Beatrice Howald.
La portavoce di Swatch Group afferma che praticamente la totalità dell’industria dell’orologeria si comporta in questo modo e che sono fiduciosi per il futuro.
Intanto i colossi del lusso Richemont e LVMH tacciono.

Le commissioni esamineranno una denuncia fatta dalla European Confederation of Watch & Clock Repairers’ Associations presentata nel 2004.
Tale denuncia afferma che le Case produttrici di ricambi, minacciano di eliminare i piccoli riparatori indipendenti.
Il problema è che non ci sono fonti alternative per la maggior parte di pezzi di ricambio.
L’Europa e le politiche sui Ricambi daranno nuove speranze?

L'Europa e le politiche sui RicambiIl reclamo, respinto poi nel 2008, è stato ripreso a dicembre scorso dal Tribunale di Lussemburgo.
È stato seguito da una dichiarazione che segnalava un errore nel rifiuto.

Un’altra dichiarazione della scorsa settimana sottolinea che il riavvio del procedimento, non implica necessariamente una violazione, ma che comunque la questione sarà una priorità.

Quanto durerà questa indagine rimane un mistero…
La soluzione è ancora lontana, e l’Europa sembra avere altri problemi.