Storia della Rolex

La Rolex nasce a Londra nel 1905 per mano del venticinquenne tedesco Hans Wilsdorf e del fratellastro Alfred Devis.
La neonata azienda, venne fondata col nome Wilsdorf & Davis, e solo in un secondo momento prese il nome di Rolex Watch Company.
La parola Rolex, non è altro che un insieme delle parole francesi “horlogierie exquise” (orologeria squisita), un nome facile da pronunciare e da ricordare.
Da qui, la parola Rolex.
Il Marchio viene registrato a La Chaux-De-Fonds, in Svizzera, nel 1908.

In principio, l’Azienda si occupava dell’importazione in Inghilterra movimenti di produzione Svizzera dell’orologiaio Heramnn Aegler, che divenne socio in un secondo momento.
Gli orologi ASSEmblati portavano la firma di Denninson per la fabbricazione delle cASSE e che venivano personalizzati da numerosi gioiellieri.

Nel 1912, la Rolex si sposta in Inghilterra, dove Wilsdorf avrebbe voluto rpodurre orologi più economici, ma le tASSE sull’importazione, davano problemi.
Così decise di spostarsi ANCORA a Ginevra, dove il 15 novembre del 1915, nasce ufficialmente la Rolex S.A. che verrà spostata ANCORA a Bienne.
La scelta della Svizzera non fu casuale.
Durante la prima guerra mondiale, le origini tedesche di Wilsdorf, potevano dare non pochi problemi all’azienda.

Il simbolo dell’azienda, la CORONA a 5 punte, viene introdotta nel 1925.

La Rolex, ANCORA oggi, è una società a “conduzione famigliare”.
Per contratto, la società fondata da Wilsdorf e Aegler non può essere immessa nel circuito azionario, e mantiene tutt’oggi le tradizioni tramandate dai suoi fondatori.

Il 1910, Rolex produce il primo MOVIMENTO da polso, che riceverà il primo certificato di CRONOMETRO per modelli destinati a questo uso, dalla scuola di orologeria di Bienne (poi Boureaux Suisse de Controle Officiel de la Marche des Montres – COSC).

Il 1926 vede uno storico brevetto affacciarsi in Casa. E’ il momento del’ Oyster (ostrica).
Il testimonial per questo straordinario prodotto è Mercedes Gleitze, che porterà al successo l’Oyster, attraversando la manica a nuoto con l’orologio al polso.

Nel 1931 nasce il primo orologio a carica automatica. E’ la volta del Perpetual.
Sei anni più tardi, arrivano i Precision, orologi impermeabili a CARICA MANUALE.
Bisogna aspettare il 1945 per il Date Just, il primo orologio a CARICA MANUALE a fregiarsi della certificazione di CRONOMETRO con data.
1950. Nasce il Turn-o-Graph, IMPERMEABILE fino a 100 metri.
Quattro anni dopo, nascono il GMT Master e il Milgauss.
Il 1953 è la volta di un icona di Casa Rolex: il primo Submariner con referenza 6204.
Il 1961 vede la nascita di una seconda icona, non meno importante del Submariner.
Nasce il Seadweller, un orologio capace di sopportare gli abissi fino a 610 metri.
Nel 65 appare per la prima volta la scritta Daytona sul QUADRANTE del CRONOGRAFO che diventerà uno degli orologi più desiderati.

Hans Wilsdorf muore nel 1960, lasciando l’azienda nelle mani esperte di André J. Heinger, col figlio Patrick, che dirigerà dal 1992.