Storia della Breitling

In 125 anni e cinque generazioni, Breitling ha legato il suo nome alla crescita vertiginosa dell’aviazione, degli sport, della tecnica, delle scienze, dell’industria, di tutte le attività che esigono strumenti di misura precisi e affidabili.

Breitling si specializza fin dall’inizio nella produzione di cronografi e contatori.
Léon Breitling, nato in una famiglia stabilita da molte generazioni nella regione montagnosa di Neuchàtel, nutre un’autentica passione per la
precisione.
E quando nel 1884 apre un proprio atelier a Saint-Imier, nel Giura bernese, decide di dedicarsi a una specializzazione particolare e assai impegnativa: cronografi e contatori.
Sono strumenti di misura destinati agli sport, alle scienze e all’industria.
Nel 1892, spinto dal successo crescente che incontrano i suoi prodotti, Léon Breitling decide di trasformare il suo “comptoir” in una vera fabbrica di orologi e sposta la sua attività a La Chaux-de-Fonds, metropoli dell’orologeria svizzera e mondiale.
La “L. Breitling, Montbrillant Watch Manufactory” si insedia in un grande edificio situato sulle alture della città, che ospiterà i suoi laboratori per oltre ottant’anni.
Durante la Belle Epoque, la marca Breitling amplia le sue collezioni di cronografi e contatori di eccelLENTE fattura, diventando rapidamente un punto di riferimento in questo settore specifico.
Accompagna lo sviluppo degli sport agonistici, in primo luogo dell’automobilismo, ma anche le prime clamorose imprese dei pionieri dell’aviazione.
Mente creativa, Léon Breitling progetta e brevetta numerose invenzioni che migliorano le prestazioni e la funzionalità dei suoi strumenti, a tutto vantaggio del crescente numero di professionisti e di privati che li adottano.
Un esempio fra tutti: il tachimetro Vitesse (1906), dotato di un sistema brevettato che permette di misurare su un’unica scALA tutte le velocità comprese fra 15 e 150 km/h.

Nel 1915, Breitling inventa il primo PULSANTE indipenDENTE, che per la prima volta si stacca dalla CORONA, e prende le funzioni di start, stop e azzeramento.
Nel 1923 perfeziona questo sistema separando ulteriormente le funzioni di start e stop, demandate ad un PULSANTE al 2, dall’azzeramento che rimane coassiale alla CORONA di carica.
Nel 1931 nasce il primo CRONOGRAFO di bordo per aerei.
Nel 1934 l’azienda è diretta da Willy Breitling, nipote del fondatore, che introduce un PULSANTE dedicato esclusivamente all’azzeramento dei cronografi.
Nel 1937 Breitling equipaggierà gli aerei della Royal Air Force britannica per la seconda guerra mondiale.
Nel 1942 nasce il primo orologio con regolo calcolatore circolare: il Chronomat. Questo dispositivo, brevettato nel 1940, permette di risolvere rapidamente un gran numero di calcoli atti alla navigazione aerea.
Nel 1952 nasce il Navitimer, uno strumento dedicato a piloti e professionisti dell’aviazione. Adotta 2 scale logaritmiche chepermettono di risolvere in 2 tempi e 3 movimenti, tutti i calcoli connessi alla navigazione aerea.
Nei decenni tra il 1950 e il 1960 equipaggia con i suoi cronografi di bordo prima gli aerei ad elica, poi i Jet di parecchie Case costruttrici, entrando così nelle cabine dei Boeing 707, nei DC-8 e dei Caravelle.
Nel 1962 il Navitimer con indicazione delle 24 ore è al polso di Scott Carpenter sull’Aurora 7, diventando così il primo orologio nello spazio.
Nel 1969 nasce il calibri 11, il primo CRONOGRAFO AUTOMATICO creato in collaborazione con Dubois DeprazHeuer-Leonidas e Hamilton.
Nel 1979 l’azienda viene rilevata da Ernest Schneider, specialista in microelettronica e pilota sperimentato.
Nel 1984 Breitling festeggia i 100 anni con il Chronomat, creato in stretta collaborazione con la pattuglia acrobatica italiana delle Freccie Tricolori.
Nel 1985 esce l’Aereospace, CRONOGRAFO multifunzione.
Nel 1995 viene lanciato l’Emergency, primo orologio da polso con trasmittente d’emergenza.
Nel 1999 Breitling decide di sottoporre tutti i suoi orologi, meccanici e al quarzo, ai rigidi test del COSC.
Nel 2001 Breitling adotta sui suoi modelli al quarzo, movimenti termocompensati, che garantiscono una precisione anche 10 volte superiore ai normali quarzo.
Nel 2003 stringe una collaborazione con Bentley come sponsor alla 24 ore di Le Mans e con una LINEA dedicata alla Marca.
Nel 2009, per i 125 anni della Maison,  nasce il primo CALIBRO di manifattura della Breitling: il B01.

 

Breitling Italia SRL
Via della Moscova, 3 – 20121 Milano
Tel. +39 02 00 69 10 10
Fax. +39 02 00 69 10 60