Kari Voutilainen

Nato nel 1962, il finlandese Kari Voutilainen, trova la sua sede nella Val-de-Travers in Svizzera, nota per la sua tradizione e che può contare atelier come Bovet e Parmigiani.
La sua passione nasce da bambino, quando frequentava la bottega di un amico di famiglia con frequenti visite.
Così, preso dalla passione, comincia a frequentare la scuola di orologeria di Tapiola in Finlandia, considerata una delle migliori scuole al mondo.
Nel 1989 si trasferisce in Svizzera per frequentare il Complicated Watch Course a WOSTEP, un “post laurea” dedicato ai restauri complessi per orologi rari e complicati.
Finito il corso, lavora per 10 anni presso Parmigiani, nel reparto di restauro.
Lasciato Parmigiani, lavora per 3 anni presso lil WOSTEP a Nauchatel come insegnante, dove era a capo del reparto complicazioni.

Nel tempo libero si dedica ad un TOURBILLON da tasca che ha richiesto 3 anni di lavoro per un totale di 2000 ore, completato nel 2000.

Nel 2002 decide di lasciare il WOSTEP per mettersi in proprio, lavorando sia per l’industria, sia per se stesso, lavorando su di un orologio da polso, che lo introdurrà nel AHCI nel 2005.
A baselworld di quell’anno, Voutilainen sarà presente come membro candidato all’ AHCI.
La sua prima creazione da indipenDENTE è un ripetizione dei decimali, ovvero un RIPETITORE a 10 minuti denominato “Masterpiece 6”.
La base Audemars Piguet, è un ebauche del 1890 circa, dove Kari ha modificato e creato pezzi a mano nel suo laboratorio, come il RASTRELLO, la ruota di centro, il PONTE del BARILETTO, il PIGNONE conico e tanti altri, dove alla fine, c’è molto più lavoro di Voutilainen che di Audemars.