Urwerk

Urwerk UR-100 GunMetal

Il 22 gennaio, la Maison ha presentato il nuovo Urwerk UR-100 GunMetal.
Si tratta dell’evoluzione dell’orologio presentato lo scorso settembre.

Nuovi Materiali

Il nuovo Urwerk UR-100 GunMetal si distingue dal suo predecessore, l’Urwerk UR-100 SpaceTime, per il solo materiale di cui è costituita la Cassa.

Infatto la nuova versione, si presenta con una cassa in titanio e acciaio che misura 41 mm. per 49,7 mm. con uno spessore di 14 mm. ed ha una finitura PVD color canna di fucile.

Funzioni

Come nella precedente versione, l’Urwerk UR-100 GunMetal ha un affissione con ore a satellite orbitante con un indicazione dei minuti retrograda contraddistinta da una freccia rossa.
Ma in realtà non è veramente retrograda.
Infatti si tratta di 3 frecce diverse, accompagnate ognuna da un gruppo di 3 satelliti che ad ogni arco corrispondente a 60 minuti, ruota per mostrare l’ora seguente.

Astronomico

A ore 10 ed a ore 2 dell’Urwerk UR-100 GunMetal, si aprono due sottili finestrelle con indicazioni astronomiche.
La prima, mostra i chilometri percorsi dalla terra, nella sua rotazione sull’asse in prossimità dell’equatore.
Questa distanza è di 555 km. ogni 20 minuti.
La seconda finestra al 2 invece, misura la distanza che percorre la terra intorno al sole, che corrisponde a 35740 km. nell’arco dei 20 minuti.

Per chi non l’avesse notato, queste due indicazioni della durata di 20 minuti, non sono altro che le altre due frecce dei minuti che compiono il loro percorso al di fuori dell’indicazione dei minuti stessi.

Il Cuore

Al suo interno troviamo il calibro meccanico a carica automatica 12.01.
A ricaricare l’orologio ci pensa una “turbina” piatta chiamata Windfäng (trappola d’aria) che ha il vantaggio di ridurre gli urti sul cuscinetto della massa oscillante e riduce anche l’eccesso di carica e la conseguente usura precoce.
Questo grazie al suo parziale appoggio periferico.
La frequenza di oscillazione del bilanciere è di 4 Hz.
Gode di 39 rubini e una riserva di carica di 48 ore.

Esclusivo

l’Urwerk UR-100 GunMetal è un edizione limitata a soli 25 esemplari, con un  prezzo di poco superiore ai due modelli originali.
Il listino infatti vede un prezzo di 51 mila Dollari.

www.urwerk.com

Urwerk UR-105 TA

Urwerk: Fuori dagli schemi, originali, innovativi, tecnologici….
Questi sono solo alcuni degli aggettivi attribuibili agli orologi Urwerk, che oggi si presenta con il nuovo modello Urwerk UR-105 TA dove le due lettere finali stanno per “Turbine Automatic”.

A differenza dei precedenti modelli, il Urwerk UR-105 TA, monta un nuovo movimento a carica automatica.
Alimentato da due turbine, in verità sono per la maggior parte un vezzo estetico, e in piccola parte anche di facilitare la ricarica.

Addentrandoci in primo luogo su questa novità dell’automatico, troviamo sul lato fondello una leva che opera sul sistema di ricarica.
Questa leva ha 3 posizioni che regolano l’intensità di carica.
“full” è per una ricarica veloce, alla quale bastano pochi movimenti per dare il massimo della carica, sufficiente per una vita sedentaria.
La seconda posizione “red” ha una ricarica moderata, per una vita movimentata.
La posizione “stop” è per la sola ricarica manuale.

La tecnica

Il movimento UR 5.02 batte a 28.800 a/h e offre una riserva di carica di 48 ore.

L’affissione delle ore è la già nota visualizzazione tramite 4 satelliti rotanti indicanti le ore, che a loro volta ruotando l’intero sistema, indica i minuti, sostenuti da un ponte a 4 bracci rifinito a giulloché.

La cassa del Urwerk UR-105 TA misura 39,5 mm. per 53 per 16,8 di spessore, con un impermeabilità di 3 ATM.
Le finiture sono di altissimo livello anche nei più piccoli particolari, in linea con i più elevati standard dell’alta orologeria.

4 sono le versioni disponibili del UR-105 TA:
Nero o giallo limone con lunetta in acciaio PVD nero al prezzo di 58 mila Franchi svizzeri.
All Black in titanio PVD nero e lunetta in acciaio PVD nero al prezzo di 64 mila Franchi Svizzeri.
Cassa in titanio PVD nero e lunetta in oro rosso al prezzo di 66 mila Franchi Svizzeri.

URWERK EMC

Con il nuovo EMC, Urwerk inaugura un nuovo modo per controllare la precisione del proprio segnatempo.
Dotato di un sistema elettronico di controllo (EMC: Electro Mechanical Control), questo orologio meccanico, è in grado di interagire con chi lo indossa, adeguandosi a richiesta allo stile di vita richiesto.

E’ anche doveroso sottolineare che l’ Urwerk EMC è un orologio completamente meccanico e che la parte elettronica non ha alcun effetto sul movimento, ma solo di consentire un controllo sulla precisione.

Il quadrante del Urwerk EMC si presenta destrutturato in 4 diverse indicazioni separate.
Partendo da in alto a sinistra, abbiamo l’indicatore di precisione istantanea su richiesta,
Il controllo ha un’escursione che può andare da -20 a +20 secondi al giorno.
In alto a destra abbiamo il quadrante per i piccoli secondi, scanditi da una piccola lancetta equilibrata.
In basso a sinistra, il quadrante per ore e minuti, ed infine un quadrante per la riserva di carica con “fondo scala” a 80 ore.

Tecnologia Ottica

Ruotando l’EMC si può ammirare il movimento di manifattura.
Il calibro rivela in primo piano uno dei due bariletti sovrapposti.
A fianco il bilanciere con sensore ottico di precisione posizionato sul lato corona.
Felix Baumgartner, co-fondatore di Urwerk, ha riferito che l’dea è nata ormai sei anni fa.
Gli è stata suggerita dal fatto che l’unico capo che ha nell’Atelier, è un cronocomparatore che gli dice se i suoi orologi sono più o meno precisi.
Da qui l’idea di incorporarne uno dentro l’orologio stesso.
L’idea tanto audace, è diventato argomento di ricerca.
“L’Urwerk EMC consente di ottenere prestazioni affidabili con la sola pressione di un pulsante”.
Spiega Baumgartner, che avere in mano la possibilità di mettere a punto da soli è uno dei più esaltanti meccanismi mai inventati.

La Tecnica

EMC è un orologio meccanico a carica manuale con un movimento progettato e fabbricato negli Atelier Urwerk a Zurigo.
La messa a punto del EMC viene eseguita dalla Urwerk a Ginevra.

Bilanciere in ARCAP, lega metallica dalle proprietà antimagnetiche e anticorrosive.
Alimentazione tramite 2 bariletti verticali montati su di un unico albero.
Riserva di carica di 80 ore.
Nel lato fondello, è possibile apportare le correzioni alla velocità del bilanciere tramite un’apposita vite.

Il suo bilanciere oscilla a 28.800 a/h ed è monitorato da un sensore ottico attivabile tramite un pulsante.
Un oscillatore elettronico a 16.000.000 di Hz fornisce un tasso di riferimento, fornendo una misurazione estremamente accurata sulla quale poi regolare la velocità del bilanciere.
L’alimentazione del sistema è assicurata da un generatore azionabile tramite la leva sul fianco della cassa, di produzione Maxon, una società svizzera nota per la produzione di motori per i Rover su Marte spediti dalla Nasa.

www.urwerk.com

C3H5N3O9 Experiment ZR012

Il progetto si chiama  C3H5N3O9 Experiment ZR012.
Si tratta di un esperimento di orologeria messo insieme da Maximilian Busser, Serge Kriknoff, rispettivamente fondatori di MB&F e Urwerk.
In campo possiamo trovare i Maestri Felix Baumgartner e Martin Frei, e l’ovbiettivo comune è di dare alla luce un orologio interessante che altrimenti non sarebbero riusciti a creare in modo indipendente.

C3H5N3O9 è una piattaforma sperimentale, e non un marchio di lusso.

Il nuovo orologio ha il nome di Experiment ZR012, e si presenta con un design ispirato ai motori rotativi Wankel, caratterizzati da pistoni triangolari rotanti, che producono una spinta lineare simile ai motori elettrici.

L’ispirazione dal motore Wankel ha portato alla realizzazione di un movimento che a prima vista può sembrare che l’ora sia indicata da rotori triangolari rotanti.
Tuttavia i triangoli sono poligoni Releaux che ruotano eccentricamente, tracciando curve complesse piuttosto che cerchi.

Le indicazioni sono suddivise su due Releaux: uno inferiore per l’indicazione dei minuti ed uno superiore per l’indicazione delle ore.

La Meccanica

Il C3H5N3O9 Experiment ZR012 è alimentato da un movimento meccanico a carica manuale composto da 328 componenti di cui 42 rubini ed una frequenza di 28.800 a/h.
La riserva di carica è di 39 ore ed è indicata da un apposito quadrante posto sul fondello.
I ponti sono in rutenio con trattamento PVD nero.

La cassa è in titanio ed è composta da ben 60 elementi con misure di 59 mm. di lunghezza per 44 di larghezza per 17 di spessore.
Le anse sono articolate in modo da adattarsi ad ogni tipo di polso.
Il vetro è zaffiro con trattamento antiriflesso su entrambi i lati.

La resistenza all’acqua è di 30 metri.
Viene consegnato con un conturbino in pelle di vitello marrone con fibbia in titanio.

Il prezzo si aggira sui 100 mila Euro.

URWERK UR-1001 ZEIT DEVICE

L’Urwerk UR-1001 Zeit Device è un orologio che non ha bisogno di tante parole.
Basta guardare le fotografie per trarre le conclusioni.
Di seguito le sue specifiche.
Spazio alla fantasia.

Calibro Urwerk UR-1001
51 rubini
Scappamento ad ancora.
Bilanciere monometallico.
Frequenza di oscillazione di 28.800 a/h
Spirale piana
Riserva di marcia di 39 ore
Un bariletto
Platina e ponti in ARCAP

indicazioni
Satelliti saltanti retrogradi per ore e minuti.
Satelliti saltanti per l’indicazione della data.
Indici e indicatori trattati con Super-Luminova.
Indicazione della riserva di marcia.
Secondi divisi in 3 per 20 secondi ciascuno su un settore di 120°.
Indicazione giorno/notte.

sul lato fondello troviamo l’ indicazione del “cambio d’olio” ogni 5 anni.

Corona di carica con 3 posizioni:
– ricarica dell’orologio.
regolazione della  data.
regolazione dell’orario.

Cassa
Acciaio e titanio.
Dimensioni 106 x 62 x 23 mm.
Vetro zaffiro antiriflesso
Impermeabilità garantita fino 3 ATM
Finitura microbillées

Infine, l’Urwerk UR-1001 Zeit Device sarà prodotto e venduto in soli 5 esemplari.
La tiratura probabilmente è dovuta alla particolarità della natura dell’orologio stesso.
Non tutti comprano un orologio da tasca (sopratutto di questi tempi) per il solo piacere della meccanica.
Solo il tempo ci dirà che futuro avrà questo orologio.

www.urwerk.com

Urwerk continua a mantenere le promesse

Urwerk continua a mantenere le promesse con un interessante storia di un trio.
È il talento visionario dei fratelli Felix e Thomas Baumgartner e Martin Frei, impegnati a mantenere in mondo dell’orologeria come in una tempesta.
Marchio relativamente nuovo, Urwerk ha raggiunto le vette dell’alta orologeria più sofisticata.

A Baselworld 2011, Urwerk ha presentato la collezione Torpedo 110, un sofisticato orologio che posiziona il marchio in prima linea nella generazione degli orologi hi-tech.
Ed anche il Torpedo, fa parte dell’evoluzione naturale della tecnologia a satelliti.
Il magazine Day&Night ha condotto un intervista esclusiva a a Baselworld 2011 Felix Baumgartner, socio fondatore, Chief e orologiaio della Urwerk.

L’intervista

D: come si posiziona Urwerk nella strategia di marketing a Baselworld 2011?
R: la Urwerk è sempre lieta di essere a Baselworld e riteniamo sia la principale fonte di ordini e di vendita diretta.
Si tratta di un punto di incontro per i nostri partner, collaboratori, collezionisti e anche per i media.
Anche per i brand di nicchia come Urwerk è importante connettersi con i collezionisti e gli agenti di fascia alta, che costituiscono una circoscrizione elettorale importante per noi.

D: quant’è importante il mercato medio orientale per voi?
R: il Medio Oriente è di vitale importanza per noi, e Urwerk sta impiegando molti sforzi per stabiliste una propria presenza in questa regione molto promettente.
Abbiamo avuto visite da parte dei nostri agenti degli Emirati Arabi e del Qatar.
Un’altra prospettiva promettente è l’Oman.
Al Medio Oriente dobbiamo anche un’associazione emotiva per noi, anche per il fatto che il nostro nome ha origini proprie di questa regione.

D: che risposta avete ricevuto da parte dei vostri collaboratori e partner a Baselworld 2011?
R: siamo stati entusiasti del feedback che abbiamo avuto a Baselworld 2011.
Le discussioni che abbiamo avuto con loro sono sempre costruttive e ascoltiamo con attenzione quello che ci dicono.
I feedback che riceviamo da loro ci aiutano anche a improvvisare sulle nostre collezioni, soprattutto al Salone, siamo maggiormente in grado di le modalità tecniche e i dettagli dei nuovi prodotti.

D: qual’è il messaggio della Urwerk per la chiusura?
R: il messaggio rimane invariato. Continueremo ad essere messi in discussione con capolavori di ingegneria che sono più avanti nel tempo.

www.urwerk.com

Martin Frei e Felix Baumgatner

Urwerk UR-202S

Il nuovo Urwerk UR-202S debutta sul mercato.
Ma da quando è nata, Urwerk ha sempre dotato i suoi orologi di un cinturino in pelle.
Oggi, Martin Frei, artista e designer a capo dell’Azienda, spiega l’evoluzione che l’ha spinto a sostituire questo materiale a lui tanto caro a favore di un bracciale in metallo.
Il carattere senza tempo e la solidità che lo fonde ai materiali che legano il modernismo alla filosofia della Casa sono alla base della scelta che ha portato il metallo al nuovo UR-202S.

Evoluzione

Il tipo di affissione del Urwerk UR-202S è già conosciuta grazie al successo dei precedenti modelli, dove 3 bracci telescopici, indicano i minuti divisi in 3 settori.
Ogni braccio è munito di indicatori delle ore attraverso dei cubi rotanti che ad ogni passaggio mostrano l’ora successiva.
Le fasi di Luna e un indicatore giorno/notte completano questo quadro contemporaneo.
Sul retro del 202 UR si scorgono 2 turbine che accoppiate col rotore regolano il sistema di carica.

Specifiche

Urwerk UR-202S
Movimento meccanico a carica automatica cal. 7.03
Frequenza di oscillazione 28.800 a/h
Sistema di affissione brevettato
Funzione di ore, minuti, giorno/notte, fasi Lunari
Cassa in AITiN (titanio, alluminio, nitruro) 45,7 x 43,5 x 15

www.urwerk.com

Urwerk UR 110 Torpedo

L’Urwerk UR 110 Torpedo ha un calibro UR 9.01 meccanico a carica automatica.
Questo ha un bilanciere monometallico con spirale piatta che batte ad una frequenza: 28.800 a/h, ovvero a 4 Hz.
I rubini totali sono 46.
La riserva di carica è di 39 ore.
Il sistema di carica è unidirezionale e regolato da turbine a doppio rotore.

Indicazioni

L’indicazione avviene in modo satellitare con la rotazione di ore e minuti tramite moduli montati su ingranaggi planetari.
Inoltre sul lato fondello presenta la Control Board.
Si tratta di un indicatore giorno/Notte affiancato da un indicazione di “Oil Change”.
I piccoli secondi si trovano sempre sul lato fondello.

Il tutto è ospitato da una cassa in titanio grado 5 con lunetta in acciaio inossidabile 316L.
Le dimensioni sono di 47 mm. per 51 mm. per 16 mm.
Le sue funzioni sono comandate da due corone con protezione integrata.
L’impermeabilità è testata fino ad una profondità di 3 ATM.

L’Urwerk UR 110 Torpedo vede come protagonista, l’orologiaio Felix Baumgathner a capo di un equipe di tutto rispetto.
Il risultato, è uno straordinario orologio che rivoluziona l’affissione delle indicazioni.

www.urwerk.com