Rolex Explorer II

La storia del Rolex Explorer II parte da molto lontano. O meglio, da molto in alto!
Il 29 maggio del 1953, Sir Edmund Hillary e Tenzing Norgay, raggiungono la vetta dell’Everest equipaggiati da un Rolex Explorer Perpetual.
L’Explorer è un omaggio a questa storica impresa, dove la Rolex è in continua sperimentazione per migliorare la robustezza e le prestazioni dei suoi orologi negli ambienti più estremi.
Nel 1971 Rolex crea l’Oyster Perpetual Explorer II con l’introduzione di una seconda sfera per le 24 ore e una lunetta graduata fissa.
L’orologio viene immortalato al polso del vulcanologo Haroun Tazief come attrezzatura di diverse spedizioni polari, dando la possibilità agli esploratori e speleologi di distinguere il giorno dalla notte facendo dell’Explorer uno strumento indispensabile.

L’orologio oggi

Esattamente a 40 anni dalla sua nascita, l’Explorer II si rinnova per raggiungere nuovi livelli di affidabilità unendo tecnologia e affidabilità.
Nella sua nuova cassa da 42 mm. troviamo un nuovo calibro Rolex 3187 con l’antishock Paraflex e la spirale Parachrome antimagnetica e un bracciale con sicura Oysterlock EasyLink.
Sul quadrante campeggia la nuova sfera delle 24 ore arancione che rimanda al modello originale del 1971.
Nella versione con quadrante nero le sfere a base nera si riflettono sul quadrante con un effetto “fantasma” per una migliore leggibilità.

Specifiche

Cassa Oyster da 42 mm. in acciaio 904L satinata
Lunetta satinata e graduata 24 ore
corona avvitata Twinlock
vetro zaffiro
Impermeabilità 100 metri
Movimento meccanico a carica automatica 3187
Certificato di cronometro
GMT a rimessa rapida
datario al 3
Stop secondi
28.800 a/h
spirale Parachrome con curva Breguet
31 rubini
rotore a carica bidirezionale
riserva di carica di 48 ore

www.rolex.com