Romain Jerome Spacecraft

Romain Jerome Spacecraft

Con il Romain Jerome Spacecraft, Finalmente la Maison si allontana da un design eccessivamente concentrato su materiali di “recupero” (metallo derivato dal titanic, meteoriti e via dicendo).
Così si avventura con un orologio dal design futuristico e innovativo.
Non che l’idea sia del tutto nuova.
Questo genere di affissione vede le sue origini negli anni 70.
Abbiamo visto ad esempio Girard Perregaux e Amida, fino ai giorni nostri con i vari BRM o più recentemente MB&F.
Il CEO di Romain Jerome Manuel Emch, ha deciso di collaborare con il designer Eric Giroud e l’orologiaio Jean.Marc Wiederrecht per la realizzazione del nuovo orologio Spacecraft.

Quello che rende unico invece questo orologio è il design trapezoidale composto da superfici lisce e linee tese, con una cassa realizzata in titanio con trattamento PVD, che ricordano un’astronave.
La cassa ha generose dimensioni: 50×44,5×18,5 mm.
La lettura dell’ora è su di un lato verticale della cassa, con scorrimento orizzontale e lineare, mentre i minuti scorrono attraverso un’apertura sopra alla cassa.
Le linee pulite nascondono in realtà un sofisticato movimento a carica automatica su base Eta 2892 con un modulo realizzato in esclusiva per Romain Jerome nel laboratorio Agenhor di Ginevra di proprietà di Wiederrecht.

“La lettura lineare retrograda è di fatto un anteprima mai realizzata” dichiara Wiederrecht.
L’ora, sul lato dell’orologio, è trainata da un carrello rosso che si muove ogni 60 minuti.
I minuti “trainanti”, sono caratterizzati da un disco nero in titanio sabbiato.
La corona che regola l’ora, è posizionata a ore 12.
Nonostante il suo design particolare, il movimento offre 38 ore di riserva di carica.

Il Romain Jerome Spacecraft viene fornito con un cinturino in nylon intrecciato e come tutti gli orologi Romain Jerome.
Viene offerto in edizione un limitata a 99 esemplari per 19.500 Euro.