Urwerk UR-100 GunMetal

Il 22 gennaio, la Maison ha presentato il nuovo Urwerk UR-100 GunMetal.
Si tratta dell’evoluzione dell’orologio presentato lo scorso settembre.

Nuovi Materiali

Il nuovo Urwerk UR-100 GunMetal si distingue dal suo predecessore, l’Urwerk UR-100 SpaceTime, per il solo materiale di cui è costituita la Cassa.

Infatto la nuova versione, si presenta con una cassa in titanio e acciaio che misura 41 mm. per 49,7 mm. con uno spessore di 14 mm. ed ha una finitura PVD color canna di fucile.

Funzioni

Come nella precedente versione, l’Urwerk UR-100 GunMetal ha un affissione con ore a satellite orbitante con un indicazione dei minuti retrograda contraddistinta da una freccia rossa.
Ma in realtà non è veramente retrograda.
Infatti si tratta di 3 frecce diverse, accompagnate ognuna da un gruppo di 3 satelliti che ad ogni arco corrispondente a 60 minuti, ruota per mostrare l’ora seguente.

Astronomico

A ore 10 ed a ore 2 dell’Urwerk UR-100 GunMetal, si aprono due sottili finestrelle con indicazioni astronomiche.
La prima, mostra i chilometri percorsi dalla terra, nella sua rotazione sull’asse in prossimità dell’equatore.
Questa distanza è di 555 km. ogni 20 minuti.
La seconda finestra al 2 invece, misura la distanza che percorre la terra intorno al sole, che corrisponde a 35740 km. nell’arco dei 20 minuti.

Per chi non l’avesse notato, queste due indicazioni della durata di 20 minuti, non sono altro che le altre due frecce dei minuti che compiono il loro percorso al di fuori dell’indicazione dei minuti stessi.

Il Cuore

Al suo interno troviamo il calibro meccanico a carica automatica 12.01.
A ricaricare l’orologio ci pensa una “turbina” piatta chiamata Windfäng (trappola d’aria) che ha il vantaggio di ridurre gli urti sul cuscinetto della massa oscillante e riduce anche l’eccesso di carica e la conseguente usura precoce.
Questo grazie al suo parziale appoggio periferico.
La frequenza di oscillazione del bilanciere è di 4 Hz.
Gode di 39 rubini e una riserva di carica di 48 ore.

Esclusivo

l’Urwerk UR-100 GunMetal è un edizione limitata a soli 25 esemplari, con un  prezzo di poco superiore ai due modelli originali.
Il listino infatti vede un prezzo di 51 mila Dollari.

www.urwerk.com

C3H5N3O9 Esperimento ZR012

Il nome C3H5N3O9 Esperimento ZR012 non è sbagliato, e la giustificazione è data dalla formula stessa che rappresenta quella della nitroglicerina, che evoca il concetto esplosivo applicato alla progettazione di questo capolavoro.

Il risultato è dato dalla collaborazione di tre grandi nomi dell’orologeria: Martin Frei e Felix Baumgathner di Urwerk, Massimiliano Busser e Serge Kriknoff di MB&F.
Ultimo e non ultimo, il designer Erig Giraud.
La loro creazione esplosiva si chiama Experiment ZR012.

L’idea del C3H5N3O9 è stata ispirata dai motori Wankel, che si compongono di pistoni triangolari eccentrici anziché dei tradizionali pistoni.
Il disegno che si viene a creare quindi non è di semplici cerchi, ma di ellissi orbitali.

L’ora quindi viene indicata a un vertice di uno dei due triangoli, stessa cosa per i minuti.
Le ore sono indicate dal triangolo più grande in secondo piano, mentre i minuti dal più piccolo in primo piano.

Perché la rotazione “epitrocoide” possa essere svolta in modo preciso, sono stati segnati 180 punti distinti per una tolleranza di soli 0,2 mm. tra un triangolo e l’altro (la particolare forma in realtà viene chiamata “poligono Reuleaux, e le ore e i minuti che li circondano epitrocoidi).

Il poligono Rouleaux sono rotori eccentrici, cioè non montati al centro, e questo richiede uno studio di progettazione e assemblaggio delle parti considerevole, abilità e pazienza.
Per questo le ruote fisse sono state progettate con la possibilità di regolarle nella fase di assemblaggio, così da poter consentire una regolazione fine ed una sincronizzazione tra gli indicatori di ore e minuti.

La cassa dell’orologio è forgiata in zirconio, un derivato del titanio zircone altamente resistente alla corrosione.
Le misure sono di 55 x 44 mm. esclusa la corona di carica e le anse articolate.

IL C3H5N3O9 Esperimento ZR012

Movimento meccanico a carica manuale
32,65 x 41,35 x 11,55 mm.
328 componenti
42 rubini
28.800 a/h
39 ore di riserva di carica
Finitura sabbiata con trattamento PVD e parti in rutenio

Funzioni: ore, minuti

Cassa in zirconio e titanio composta da 60 elementi
Vetro zaffiro antiriflesso su ambo i lati
Impermeabile fino a 30 metri

Edizione limitata a 12 esemplari

Prezzo: 130.000 CHF

Urwerk continua a mantenere le promesse

Urwerk continua a mantenere le promesse con un interessante storia di un trio.
È il talento visionario dei fratelli Felix e Thomas Baumgartner e Martin Frei, impegnati a mantenere in mondo dell’orologeria come in una tempesta.
Marchio relativamente nuovo, Urwerk ha raggiunto le vette dell’alta orologeria più sofisticata.

A Baselworld 2011, Urwerk ha presentato la collezione Torpedo 110, un sofisticato orologio che posiziona il marchio in prima linea nella generazione degli orologi hi-tech.
Ed anche il Torpedo, fa parte dell’evoluzione naturale della tecnologia a satelliti.
Il magazine Day&Night ha condotto un intervista esclusiva a a Baselworld 2011 Felix Baumgartner, socio fondatore, Chief e orologiaio della Urwerk.

L’intervista

D: come si posiziona Urwerk nella strategia di marketing a Baselworld 2011?
R: la Urwerk è sempre lieta di essere a Baselworld e riteniamo sia la principale fonte di ordini e di vendita diretta.
Si tratta di un punto di incontro per i nostri partner, collaboratori, collezionisti e anche per i media.
Anche per i brand di nicchia come Urwerk è importante connettersi con i collezionisti e gli agenti di fascia alta, che costituiscono una circoscrizione elettorale importante per noi.

D: quant’è importante il mercato medio orientale per voi?
R: il Medio Oriente è di vitale importanza per noi, e Urwerk sta impiegando molti sforzi per stabiliste una propria presenza in questa regione molto promettente.
Abbiamo avuto visite da parte dei nostri agenti degli Emirati Arabi e del Qatar.
Un’altra prospettiva promettente è l’Oman.
Al Medio Oriente dobbiamo anche un’associazione emotiva per noi, anche per il fatto che il nostro nome ha origini proprie di questa regione.

D: che risposta avete ricevuto da parte dei vostri collaboratori e partner a Baselworld 2011?
R: siamo stati entusiasti del feedback che abbiamo avuto a Baselworld 2011.
Le discussioni che abbiamo avuto con loro sono sempre costruttive e ascoltiamo con attenzione quello che ci dicono.
I feedback che riceviamo da loro ci aiutano anche a improvvisare sulle nostre collezioni, soprattutto al Salone, siamo maggiormente in grado di le modalità tecniche e i dettagli dei nuovi prodotti.

D: qual’è il messaggio della Urwerk per la chiusura?
R: il messaggio rimane invariato. Continueremo ad essere messi in discussione con capolavori di ingegneria che sono più avanti nel tempo.

www.urwerk.com

Martin Frei e Felix Baumgatner

Urwerk UR-202S

Il nuovo Urwerk UR-202S debutta sul mercato.
Ma da quando è nata, Urwerk ha sempre dotato i suoi orologi di un cinturino in pelle.
Oggi, Martin Frei, artista e designer a capo dell’Azienda, spiega l’evoluzione che l’ha spinto a sostituire questo materiale a lui tanto caro a favore di un bracciale in metallo.
Il carattere senza tempo e la solidità che lo fonde ai materiali che legano il modernismo alla filosofia della Casa sono alla base della scelta che ha portato il metallo al nuovo UR-202S.

Evoluzione

Il tipo di affissione del Urwerk UR-202S è già conosciuta grazie al successo dei precedenti modelli, dove 3 bracci telescopici, indicano i minuti divisi in 3 settori.
Ogni braccio è munito di indicatori delle ore attraverso dei cubi rotanti che ad ogni passaggio mostrano l’ora successiva.
Le fasi di Luna e un indicatore giorno/notte completano questo quadro contemporaneo.
Sul retro del 202 UR si scorgono 2 turbine che accoppiate col rotore regolano il sistema di carica.

Specifiche

Urwerk UR-202S
Movimento meccanico a carica automatica cal. 7.03
Frequenza di oscillazione 28.800 a/h
Sistema di affissione brevettato
Funzione di ore, minuti, giorno/notte, fasi Lunari
Cassa in AITiN (titanio, alluminio, nitruro) 45,7 x 43,5 x 15

www.urwerk.com

Urwerk UR 110 Torpedo

L’Urwerk UR 110 Torpedo ha un calibro UR 9.01 meccanico a carica automatica.
Questo ha un bilanciere monometallico con spirale piatta che batte ad una frequenza: 28.800 a/h, ovvero a 4 Hz.
I rubini totali sono 46.
La riserva di carica è di 39 ore.
Il sistema di carica è unidirezionale e regolato da turbine a doppio rotore.

Indicazioni

L’indicazione avviene in modo satellitare con la rotazione di ore e minuti tramite moduli montati su ingranaggi planetari.
Inoltre sul lato fondello presenta la Control Board.
Si tratta di un indicatore giorno/Notte affiancato da un indicazione di “Oil Change”.
I piccoli secondi si trovano sempre sul lato fondello.

Il tutto è ospitato da una cassa in titanio grado 5 con lunetta in acciaio inossidabile 316L.
Le dimensioni sono di 47 mm. per 51 mm. per 16 mm.
Le sue funzioni sono comandate da due corone con protezione integrata.
L’impermeabilità è testata fino ad una profondità di 3 ATM.

L’Urwerk UR 110 Torpedo vede come protagonista, l’orologiaio Felix Baumgathner a capo di un equipe di tutto rispetto.
Il risultato, è uno straordinario orologio che rivoluziona l’affissione delle indicazioni.

www.urwerk.com