Addio a Raymond Weil

Addio a Raymond Weil, fondatore dell’omonimo marchio di orologi di lusso, è morto all’età di 87 anni a Ginevra lo scorso 27 gennaio.

Pioniere nel settore, ha lanciato il marchio nel 1976, nel pieno della crisi giapponese, quando il pubblico guardava orologi ben più economici.
In quel momento l’industria orologiera elvetica, necessitava di un rilancio.
Weil ha saputo creare uno stile di connessioni personali e amichevoli, che ancora oggi fanno la fortuna del Marchio.

Oggi la Maison è capitanata ancora dalla famiglia, quali il figlio Olivier Bernheim ed i nipoti Elie e Pierre.
Questi sono rispettivamente Presidente e amministratore delegato e funzionari.

Raymond Weil si era ritirato dall’incarico a settembre scorso, rimanendo Presidente onorario.
Ha coperto diverse mansioni anche all’esterno come Presidente dell’Unione Orologiai di Ginevra, Vicepresidente del CHF (Watchmaking Industry Training Centre) e membro della Federazione Orologiera (FH), nonché Presidente del Comitato Espositori della Fiera internazionale dell’orologeria di Basilea fino al 1995.

Dalla Maison, giunge la voce che “era un uomo straordinario, gentile e affabile, ma sopratutto sincero e generoso”….

Amante dell’aviazione, della pittura, della musica lirica e classica.

“Raymond Weil era un self-made-man, il mio mentore. Ho imparato tanto da lui” ha detto Olivier Bernheim.
“La sua eredità e il suo entusiasmo, vivranno attraverso la nostra famiglia, il suo marchio, la sua squadra, in tutto il mondo e in tutti coloro che indossano un suo orologio”.

Oggi Raymond Weil conta circa 200 dipendenti e quattro filiali al di fuori della Svizzera.
I suoi orologi hanno prezzi che vanno dai 650 Euro, fino a 3500 e sono venduti attraverso 3500 punti vendita in 95 Paesi.

L’addio a Raymond Weil lascerà un grande vuoto nel mondo dell’orologeria.

www.raymond-weil.com

Raymond Weil