OROLOGI E VIRUS

Solo pochi giorni fa, pensare di mettere orologi e virus nella stessa frase, sembrava una cosa bizzarra, ed invece oggi ho due buoni motivi per farlo.
Il primo collegamento è naturalmente legato alla diffusione del Coronavirus che in questi giorni sta mettendo in ginocchio diverse attività.
Non ultime le fiere che offrono a noi appassionati, diverse occasioni.
La regina delle manifestazioni è stata la prima a saltare.
Infatti Baselworld 2020 che doveva svolgersi dal 30 aprile al 6 maggio, è stata annullata.
L’edizione successiva si terrà così dal 28 gennaio al 2 febbraio 2021.

Mercante in Fiera

Un’altra occasione sfumata a proposito di orologi e virus è il Mercante in Fiera di Parma.
Anch’esso in programma dal 29 febbraio al’8 marzo, è stato rinviato al 16 e 17 aprile, ma solo per gli operatori.
I visitatori potranno trovare dal 27 febbraio sul sito mercasnteinfiera.it, buona parte del materiale che sarebbe dovuto essere esposto in fiera.

Cronomania

Anche la fiera organizzata da Michele Galizia in previsione per il 5 aprile, è rimasta vittima di orologi e virus.
La centonovantaseiesima edizione di Cronomania, prevista al Novotel di Bologna, è di fatto stata cancellata.
Rimangono in programma quella successiva del 27 settembre nella stessa location.

Virus Differente

La seconda motivazione che ha dato i natali all’articolo Orologi e Virus, è il down di cui è rimasto vittima il nostro sito segnatempo.it.
Per gli assidui frequentatori immagino che sia stato evidente.
Una settimana senza sito.
Potete immaginare la mia sofferenza!
Infatti eravamo pronti a installare una certa quantità di aggiornamenti, quando qualcosa è andato storto.
Non è stato un errore umano purtroppo (cosa che avrebbe facilitato incolpare qualcuno!), ma un guasto tecnico dovuto probabilmente ad un virus.
Il risultato è stata una soluzione improvvisata, che ci ha costretti a cambiare l’intero sito e a pubblicarlo in modo provvisorio.
È evidente il risultato, che seppure sembra ormai definitivo, nasconde ancora parecchie defezioni.

Le Novità

Schivato ormai il pericolo di orologi e virus (almeno per noi), vi elenchiamo le novità su segnatempo.it:

Annunci
La nuova sezione di annunci, dove potete pubblicare i vostri orologi o comprare quelli di altri utenti.

Blog
Il nuovo Blog è ora all’interno del sito, più semplice da raggiungere e meglio ottimizzato sui motori di ricerca.

Acquisti
Ora è più facile acquistare i nostri orologi, con pagamenti personalizzati che vanno dal bonifico, a PayPal e carta di credito.

Grafica
Anche le grafiche sono nuove e facilitano inoltre la navigazione, rendendo l’esperienza più piacevole.

Nella speranza che questi virus, non facciano altro che rinforzare le nostre difese immunitarie, non possiamo fare altro che reagire e farci forza l’un l’altro.
Noi nel nostro piccolo, stiamo cercando di risorgere più forti e motivati di prima.
E se non ci lasciano giocare con la nostra passione a 4 occhi, noi siamo qui a Vostra disposizione, perché la nostra passione, per fortuna, passa anche dal web.

Buon divertimento a tutti.

Bell & Ross BR 05

La nuova collezione Bell & Ross BR 05 fa il suo debutto in questi giorni.

È da molto che non parliamo di Bell & Ross.

E forse vedendo l’ultimo nato, si capisce anche il perché.

Siamo davanti ad un orologio che di originale non ha niente.

A seconda dei punti di vista, troviamo il bracciale del Patek Philippe Nautilus, la ghiera di un Audemars Piguet Royal Oak e le linee di un Girard Perregaux Laureato.

Ma non per questo deve essere oggettivamente brutto.

Gli amanti degli orologi di forma non sono tanti, e probabilmente questo Bell & Ross BR 05 troverà degli ammiratori.

Contenuti

Andandolo ad analizzare nei contenuti, andiamo a scoprire un orologio sportivo in acciaio, con vocazione che ricalca lo stile della Maison.

Grande, robusto, sportivo, funzionale ed affidabile.

Queste sono le particolarità che lo contraddistinguono.

Le forme squadrate ricordano senz’altro il design di Casa, il bracciale integrato da un senso di continuità, le viti ricordano si un Royal Oak, ma anche i modelli più iconici di Bell & Ross.

Il quadrante semplice e di chiara lettura, non pretende di accecare durante la lettura.

Il design vagamente anni 70, è rinfrescato da linee tese e alternanze di finiture.

Tra le diverse versioni che compongono la collezione, troviamo in alternativa al bracciale in acciaio, un cinturino in caucciù in tinta col quadrante blu o nero.

C’è anche un modello con quadrante grigio e cinturino nero o in acciaio.

È possibile anche scegliere il modello con cassa in oro rosa 18 carati e opzionale bracciale nello stesso materiale o in caucciù.

tutti i modelli sono disponibili con una cassa da 40 mm. di lato per 10,3 di spessore.

Cosa offre

All’interno un movimento automatico BR-321 visibile da un oblò sul fondello.

Il disegno della massa oscillante è firmato da Bell & Ross (ma assomiglia ad un Porsche Design).

Per inaugurare il lancio della nuova collezione, anche un modello in edizione limitata a 500 esemplari scheletrato e animato da un movimento BR-322.

L’impermeabilità in ogni caso, si ferma a soli 100 metri di profondità.

Per quanto riguarda i prezzi, partiamo dai modelli in oro che partono da 19.900 Euro per il modello con cinturino in caucciù e ben 29.900 per il modello con bracciale in oro.

L’edizione limitata scheletrata ha un prezzo di 5400 Euro per la versione con cinturino in caucciù e di 5900 Euro per la versione con bracciale.

I modelli in acciaio partono da 3990 per il modello con cinturino in caucciù, fino a 4500 per avere il bracciale in acciaio.

LOUIS MOINET MEMORIS RED ECLIPSE WITHE GOLD

Quest’anno, a festeggiare i 200 anni dall’invenzione del cronografo, la Maison presenta un edizione speciale di soli 12 esemplari del Louis Moinet Memoris Red Eclipse White Gold Edition.
Un orologio che oltre a celebrare un importante compleanno, strizza l’occhio ad un importante evento astronomico.
Atteso per il 16 settembre, questo evento sarà celebrato all’osservatorio di Nauchâtel.
Qui si potranno osservare la prossima eclissi di Luna e il nuovo Cronografo che festeggia il primo cronografo della storia, firmato proprio dallo stesso Moinet.

All’interno dell’osservatorio, sarà celebrato l’evento “200 anni in 24 ore”.
Qui verrà raccontata la storia del cronografo a partire dal Compteur de Tierces, il primo cronografo della storia che vantava 216.000 alternanze per ora.

L’osservatorio per tanto sarà assediato dalla mezzanotte del 15 settembre, fino a mezzanotte del 16, per illustrare quanto si è evoluta questa complicazione.

A rendere il tutto ancor più eccezionale, la selezione dell’orologio al “Geneva Grand Prix d’Horlogerie” per la categoria “cronografi”.

L’orologio

Il nuovo Louis Moinet Memoris Red Eclipse White Gold Edition, si presenta con una cassa completamente incisa a mano con tecniche tradizionali raffiguranti il tema dell’eclissi.

I sistemi di decorazione tradizionali tanto cari a Moinet, sono vecchi di 200 anni e trovano nuove applicazioni grazie a questo nuovo capolavoro d’orologeria.

Oltre alle incisioni sulla cassa in oro bianco da 46 mm, il legame con l’osservatorio e l’attesa eclissi si possono trovare anche sulla massa oscillante.
Qui si scorge una Luna rossa decorata su foglia d’oro, così come gran parte del movimento e della lunetta.

Ma la quintessenza della cronografia di Casa, si trova all’interno di questa già sbalorditiva cassa:

Si tratta di un movimento meccanico a carica automatica LM-54.71.21, con funzione di cronografo monopulsante.
Progettato e realizzato da Louis Moinet, è composto da 302 componenti per 28.800 a/h (4 Hz).

Lo smistamento della cronografia tramite ruote a colonne è possibile osservarlo sul quadrante a ore 12.
Leve e ruote “galleggiano” su di un quadrante posto in secondo piano e decorato con un motivo stellato, ricavato con le già citate tecniche centenarie.

Da notare infine, il fissaggio del cinturino che richiama i castoni dei movimenti, con un serraggio tramite viti.