Jaeger-LeCoultre Tradition Repetition Perpetuelle

Lo Jaeger-LeCoultre Tradition Repetition Perpetuelle (nome intero: Jaeger-LeCoultre Master Grande Tradition Repetition minutes Perpetuelle) è frutto di 200 anni di storia della Maison.
Tutto il bagaglio acquisito nel tempo, si riassume in questo orologio.
Spiccano tra i mille particolari, un nuovo sistema di amplificazione del suono che riprende l’acustica degli antichi orologi da tasca e un’affissione delle indicazioni del calendario particolarmente intuitiva.
Grazie anche al nuovo sistema di ricarica automatica, la dispersione dell’energia dei nuovi gong, risulta particolarmente efficiente.

La tecnica

Come preannunciato, il nuovo calibro JLC 950 di manifattura, vede un sistema di suoneria ridisegnato, ottimizzando il consumo energetico.
Inoltre sono stati ripensati da capo i gong, che invece di essere sovrapposti e piatti, sono saldati insieme alla base e seguono oltre al perimetro del movimento, anche lo spessore, così da dare più spazio al suono.
Lo Jaeger-LeCoultre Tradition Repetition Perpetuelle ha inoltre un’affissione delle informazioni straordinariamente ordinato e di facile lettura.
Da notare la finestrella al 12, vicino all’asse delle sfere.
Questa funzione indica l’orario proibito in cui non è possibile regolare le indicazioni del calendario, così da evitare danni ai ruotismi.
Le sfere sono inoltre scheletrate in prossimità della finestrella così da non coprirla.
Il movimento automatico, ha un rotore interno non visibile.

Estetica

Lo Jaeger-LeCoultre Tradition Repetition Perpetuelle ha una cassa in oro bianco da 43 mm. formata da ben 80 elementi, che alterna finiture lucide e satinate.
Il quadrante è offerto in argento grenè, nonché  in smalto guilloché blu.
Quest’ultimo viene creato a mano con antiche macchine.
L’impermeabilità è di 50 metri.
Gli esemplari previsti sono soltanto 30.
Il prezzo non è stato comunicato, ma è facile immaginare quanto sia esclusivo!

IWC Pilot Perpetuo Cronografo

IWC ha scelto la linea Pilot per proporre il nuovo IWC Pilot Perpetuo Cronografo digitale con l’innovativa affissione.

Dedicato alla leggenda dell’aria, qual era lo Spitfire, il nuovo IWC Pilot’s Watch Spitfire Perpretual Calendar Digital Date-Month ref. 379103, ne condivide la brillantezza tecnologica e le alte prestazioni.

Il quadrante è ispirato a sua volta dalla strumentazione degli aerei.
Per quanto non abbia i 79 strumenti presenti sul’ aereo, il nuovo Pilot’s Watch è il primo orologio di IWC a presentare il giorno e il mese digitali di grandi dimensioni.
Ben equilibrato e di facile lettura, questo quadrante riprende una tradizione di ben 100 anni fa, quando il sistema Pallwebber apparve per la prima volta su di un quadrante a mostrare l’ora digitale.

Il cronografo si presenta con un innovativo sistema di affissione, dove ore e minuti, prendono in prestito la loro visualizzazione dalla tradizionale lettura dell’ora.
Infatti il piccolo quadrante al 12 sembra segnare un secondo fuso piuttosto che una misurazione.

La Meccanica

Ad animare l’IWC Pilot è il calibro di manifattura IWC Cal. 89800.
Costituito da 474 singoli pezzi, è capace di una riserva di carica di 68 ore.
Il vetro zaffiro sul fondello, invita a dare un occhiata alla sua massa oscillante, dove prende forma la sagoma dell’aereo a cui si ispira.

La cassa in oro rosso evidenzia in tutto il suo splendore la fine lavorazione delle superfici rifinite a mano che contrasta con il quadrante ardesia e il cinturino marrone, il quale insieme conferisce un aspetto caldo ed elegante.

Funzioni

cronografo con ore, minuti e secondi con totalizzatore.
funzione flyback.
piccoli secondi continui.
calendario perpetuo con doppia grande indicazione per giorno e mese.
display anno bisestile.
corona a vite.

Calibro IWC 89800.
28.800 a/h (4Hz).
52 rubini.
68 ore di carica.
Rotore personalizzato con sagoma Spitfire.

Cassa in oro rosso 18 carati.
46 mm. di diametro.
17,5 mm. di spessore.
Impermeabilità 6 bar.
Vetro zaffiro antiriflesso sui 2 lati.

De Bethune 25 QP Calendrier Perpétuel

Il De Bethune 25 QP Calendrier Perpétuel arricchisce il catalogo di orologi classici con un eccezionale calendario perpetuo.
La linea filante della cassa è contraddistinta da bordi tesi ed elegantemente proporzionati.
Il quadrante finemente lavorato a mano a guilloché, irradia i 12 indici, a sottolineare la leggibilità, facilitata dalle sfere colorate di blu alla fiamma.
A ore 12 troviamo una bellissima sfera in titanio mezza blu a rappresentare le fasi di Luna, circondata da stelle e da un indicatore per l’anno bisestile.
La data è indicata in un piccolo quadrante al 6.
Giorno e mese sono sapientemente posizionati in piccole finestrelle disposte rispettivamente ad ore 3 e 9.

La Meccanica

Il calibro DB2024 automatico, gode dei benefici della ricerca tcnologica del calendario perpetuo, con le fasi di Luna che accusano un giorno di scarto dopo ben 122 anni.
Inoltre gode di un doppio bariletto autoregolante, un sistema a triplo paracadute e un bilanciere in titanio e platino.
Un orologio tecnologico prodotto nella tradizione di Casa De Bethune.

Specifiche

De Bethune 25 QP Calendrier Perpétuel
Calibro DB 2024 QP
meccanico a carica automatica
335 componenti
29 rubini
28.800 a/h

Cassa a tamburo di 44 mm di diametro
10,8 mm di spessore
vetro zaffiro anti riflesso

www.debethune.ch

Patek Philippe 5550P Con Oscillomax

Il Patek Philippe 5550P Con Oscillomax, da inizio ad una rivoluzione riguardante i calibri di Casa.
Una rivoluzione che influenzerà la tecnica e che sarà prerogativa imprescindibile negli anni a venire.

Il primo passo lo vedremo sul Calendario Perpetuo che stiamo andando ad analizzare.
Verrà commercializzato in un edizione limitata di 300 esemplari con calibro 240Si D.

Il Silicio

Questo calibro presenta l’ innovativo scappamento con bilanciere “GyromaxSi” in silicio sviluppato in house.
Il bilanciere fa parte di una serie di componenti in silicio sviluppato interamente dalla Patek Philippe, che vanno a formare lo scappamento “Oscillomax”.
Inoltre, è stato annunciato che la spirale in silicio utilizzata nei calibri Patek dal 2008, diventerà uno standard per l’intera produzione, passaggio che avverrà comunque gradualmente.
La cassa in platino del 5550P è di 37,2 mm. di diametro per 8,8 di spessore.
Il movimento 240 Q Si è un ultrapiatto a ricarica automatica.

Sul quadrante a ore 6 si può notare la scritta “Advanced Reserch”, a sottolineare che l’orologio è stato sviluppato dal reparto di ricerca e sviluppo.
Questo reparto, creato 6 anni fa, è diretto da Jean-Pierre Musy proprio per lo studio di materiali e tecniche innovative.
L’obiettivo è quello di produrre orologi sempre più affidabili e precisi.
E questo Patek Philippe 5550P Con Oscillomax da il via all’evoluzione.

www.patek.com

Patek Philippe Triple Complication Ref. 5208P

Il nuovo Patek Philippe Triple Complication Ref. 5208P, sottolinea ancora una volta la sovranità della Maison negli orologi complicati.
In altre parole conta la ripetizione minuti, un cronografo monopulsante e un calendario perpetuo istantaneo dalle caratteristiche più avanzate.
Questo nuovo modello è il primo della Casa ad integrare nella tripla complicazione il cronografo, evento attesissimo dai collezionisti.

Complicato

Altra particolarità è soprattutto il fatto di essere automatico.
Una rarità per un pluricomplicato.
Altri dati sono il bilanciere Pulsomax® con spirale Spiromax®, e per la prima volta in Patek Philippe, un pluricomplicato con parti in silicio chiamato Silinvar®.
Il compito più arduo per gli ingegneri, è stato il posizionamento del modulo cronografico.
Essendo più sottile al mondo (2,4 mm.), inserirlo tra la base tempo e il calendario perpetuo, il compito che si è rilevato di estrema complessità.
Ma che alla fine, si è rivelato un altro capolavoro.
A lavoro concluso, la massima soddisfazione però è stata quella di vedere i 701 componenti  del 5208P funzionare in modo affidabile.

Specifiche

Patek Philippe Triple Complication Ref. 5208P
Cassa in platino 950
diamtero 42 mm.
spessore 15,7
brillante da 0,02 k al 6 tra le anse

Quadrante in oro 18 carati antracite
indici applicati

Calibro meccanico a carica automatica
funzioni di ripetizione minuti, cronografo monopulsante, calendario perpetuo istantaneo
32 mm. di diametro pr 10,35 di spessore
701 componenti
58 rubini
riserva di marcia di 48 ore
bilanciere Giromax®
21.600 a/h (3 Hz)
Spirale SPiromax®
Infine, lo Scappamento è Pulsomax

www.patek.com