BREGUET CLASSIQUE TOURBILLON PERPÉTUEL

Tra i numerosi capolavori di Breguet a Baselworld 2014, troviamo la referenza 3797.
Si tratta di un Breguet Classique Tourbillon Perpétuel, ovvero dotato di un calendario perpetuo, che riconosce la durata dei mesi, compreso il febbraio e gli anni bisestili.

Oggi come allora, Breguet segue rigidissimi canoni qualitativi ed estetici dettati ancora dal Maestro Abraham Louis Breguet, ricalcando antiche tradizioni e metodi di fabbricazione, tra tecnica e tecnologia.
In particolare sulla referenza 3797, gli sforzi si sono concentrati sull’estetica, puntando su di una lettura delle molteplici informazioni istintiva, ma senza rinunciare alle mille tecniche di lavorazione del quadrante, che su questo orologio sono davvero numerose da elencare.
Gli stilisti Breguet hanno giocato molto sulla tridimensionalità, ponendo l’indicazione delle ore su di un disco zaffiro opalino che sporge in primo piano.
A contrasto, le tradizionali sfere a “pompe” Breguet in oro azzurrato alla fiamma, spiccano sulla scala delle ore, lasciano l’informazione a colpo d’occhio.
Sotto di essa, spunta un’altra sfera, posta su di un piano inferiore, la sfera del datario con affissione retrograda.

Un opera d’arte

Il quadrante, in foglia d’oro argentata, presenta numerose finiture diverse ed incise a mano a seconda delle zone.
Ad ore 6, un’apertura, lascia in bella mostra la sofisticata gabbia del tourbillon ad un minuto, riprogettato su di una nuova architettura ricurva.
La gabbia, con la sua rotazione indica anche i secondi continui tramite una sfera a 3 punte.
Ai lati del quadrante, rispettivamente al 3 e al 9, le indicazioni di giorno e mese.
Una seconda apertura a ore 3, lascia a vista un piccolo sole al quale è demandato il compito di indicare gli anni bisestili.

Sul retro, un’aia apertura in zaffiro, lascia a vista il movimento con le sue sontuose finiture.
Anche da questo lato è possibile ammirare l’ipnotico vorticare del tourbillon.

Come se non bastasse, gli artigiani Breguet, hanno superato ogni più rosea aspettativa, sfoggiando quello che non ci si aspettava: una versione scheletrata del Breguet 3797 con referenza 3795, dove il quadrante, trova nuove e numerose aperture che lasciano in mostra ampie parti di movimento.

In conclusione, oltre a prodezze estetiche e tecniche, i due Breguet Classique Tourbillon Perpétuel danno inoltre anche possibilità di scegliere tra una cassa in oro rosa o platino.
Anche qui si ritrovano elementi distintivi quali le scanalature sulla cassa, le anse saldate e le famose firme segrete ai lati del 6, compresi i codici identificativi e individuali.

Descrizione

Cassa in oro o platino da 41 mm. di diametro
Quadrante in oro argentato guilloché
Movimento meccanico a carica manuale
Funzioni di tourbillon e calendario perpetuo retrogrado
Calibro Breguet 558QP2 da 14,5 linee
21 rubini
Riserva di marcia di 50 ore
Bilanciere compensato da viti
Frequenza di 2,5 Hz
Regolato in 6 posizioni
Cinturino serrato da fibbia a libretto (3 lame)
Oro rosa: Ref. 3797BR/1E/9WU
Platino: Ref. 3797PT/1E/9WU

www.breguet.com

Breguet Tourbillon 5317 automatico

Era il 1801, quando Abraham Louis Breguet inventò il tourbillon montato su questo Breguet Tourbillon 5317.
Questo meraviglioso orologio, porta la Ref. 5317, e fa parte della collezione Grande Complication Classique.
Incarna uno dei disegni più classici e riconoscibili della Maison.
Inoltre incorpora anche la massima espressione di tecnica omaggiando il Maestro con un bellissimo tourbillon a vista.

Con una cassa da 39 mm. di diametro raggiunge le dimensioni perfette (forse solo per il periodo storico in cui viviamo noi oggi), ed ha un prezzo di 95 mila Euro in oro giallo e di 106 mila Euro in platino.

Sul retro del Breguet Tourbillon 5317, una grande “B” incisa a mano sulla massa oscillante, rivela la straordinaria maestria degli incisori di Casa Breguet.

Questa variante a carica automatica, affianca la già superba versione a carica manuale.

Un Breguet Tourbillon, incarna tutta la passione che un amante dell’orologeria può cercare, trovando un questo orologio, la storia, la tecnica e la poesia che il Maestro ci ha lasciato come punto di riferimento per quella che è diventata ad oggi, l’orologeria moderna.
Personalmente, ritengo che l’orologio perfetto, sia proprio questo, magari nella versione manuale.
Ma è una questione di gusti personali… anche perché la perfezione, per noi collezionisti, non esiste!

www.breguet.com

Breguet Tradition Tourbillon Oro Rosa

A Baselworld 2012 Breguet ha introdotto alla sua già emblematica collezione Tradition, il nuovo Breguet Tradition Tourbillon 7047BR Fusee in oro rosa a 18 carati.

Questo grand compilation, dispone di un tourbillon conoide con trasmissione a catena e una spirale Breguet in silicio, che accomuna i modelli in oro giallo e platino.

Ispirato ai souscription tradizionali creati da Abraham-Louis Breguet, lascia alla vista sul lato quadrante, la trasmissione conoide a catena.
Questo scultoreo design del quadrante, evidenzia il sofisticato sistema che per il quale sono stati necessari ben 4 brevetti.

I componenti in silicio, sono stati presentati da Breguet per la prima volta nel 2006.
La spirale piana con curva finale sollevata, diviene nota come spirale Breguet.
Il Breguet Tradition Tourbillon si presenta per la prima volta con una cassa in oro rosa e il leggendario quadrante guilloché in oro 18 carati con trattamento galvanico nero.

Specifiche

Cassa in oro rosa 18 carati
Vetro zaffiro su quadrante e fondello
diametro 41 mm.
Impermeabilità 30 metri

Quadrante in oro 18 carati nero decentrato a ore 7
tourbillon con secondi a ore 1

Movimento firmato e numerato Breguet Cal. 569
Carica manuale con tourbillon
16 linee
43 rubini
50 ore di riserva di carica
indicatore della riserva sul bariletto lato quadrante
trasmissione con fuso a catena
ponte del tourbillon in titanio
bilanciere in titanio con viti di compensazione in oro
Spirale in silicio
frequenza di 2,5 Hz
regolato in 6 posizioni

www.breguet.com