LOUIS MOINET MEMORIS RED ECLIPSE WITHE GOLD

Quest’anno, a festeggiare i 200 anni dall’invenzione del cronografo, la Maison presenta un edizione speciale di soli 12 esemplari del Louis Moinet Memoris Red Eclipse White Gold Edition.
Un orologio che oltre a celebrare un importante compleanno, strizza l’occhio ad un importante evento astronomico.
Atteso per il 16 settembre, questo evento sarà celebrato all’osservatorio di Nauchâtel.
Qui si potranno osservare la prossima eclissi di Luna e il nuovo Cronografo che festeggia il primo cronografo della storia, firmato proprio dallo stesso Moinet.

All’interno dell’osservatorio, sarà celebrato l’evento “200 anni in 24 ore”.
Qui verrà raccontata la storia del cronografo a partire dal Compteur de Tierces, il primo cronografo della storia che vantava 216.000 alternanze per ora.

L’osservatorio per tanto sarà assediato dalla mezzanotte del 15 settembre, fino a mezzanotte del 16, per illustrare quanto si è evoluta questa complicazione.

A rendere il tutto ancor più eccezionale, la selezione dell’orologio al “Geneva Grand Prix d’Horlogerie” per la categoria “cronografi”.

L’orologio

Il nuovo Louis Moinet Memoris Red Eclipse White Gold Edition, si presenta con una cassa completamente incisa a mano con tecniche tradizionali raffiguranti il tema dell’eclissi.

I sistemi di decorazione tradizionali tanto cari a Moinet, sono vecchi di 200 anni e trovano nuove applicazioni grazie a questo nuovo capolavoro d’orologeria.

Oltre alle incisioni sulla cassa in oro bianco da 46 mm, il legame con l’osservatorio e l’attesa eclissi si possono trovare anche sulla massa oscillante.
Qui si scorge una Luna rossa decorata su foglia d’oro, così come gran parte del movimento e della lunetta.

Ma la quintessenza della cronografia di Casa, si trova all’interno di questa già sbalorditiva cassa:

Si tratta di un movimento meccanico a carica automatica LM-54.71.21, con funzione di cronografo monopulsante.
Progettato e realizzato da Louis Moinet, è composto da 302 componenti per 28.800 a/h (4 Hz).

Lo smistamento della cronografia tramite ruote a colonne è possibile osservarlo sul quadrante a ore 12.
Leve e ruote “galleggiano” su di un quadrante posto in secondo piano e decorato con un motivo stellato, ricavato con le già citate tecniche centenarie.

Da notare infine, il fissaggio del cinturino che richiama i castoni dei movimenti, con un serraggio tramite viti.

Tag Heuer Mikrograph Flyng 1000

E’ stato svelato ieri in conferenza stampa il Tag Heuer Mikrograph Flyng 1000.
La Maison ha paragonato addirittura il suo orologio, all’uomo su Marte.
Sono state mantenute le promesse?
Beh, in parte si. L’orologio presentato effettivamente ha dell’incredibile:

Veloce

la frequenza del Tag Heuer Mikrograph arriva a contare addirittura 500 Hz per 3, 6 milioni di alternanze7ora!!! Ovvero 100 volte più veloce di un El Primero!
Questo come si traduce?
La sfera centrale, compie ben 10 giri del quadrante ogni secondo!
Come si presenta questo orologio? La cassa è una “normalissima” cassa di un carrera costruita in titanio rivestita di color nero.
Sul quadrante vi sono 2 sfere centrali del cronografo, a cui sono demandate le misurazioni del centesimo e del millesimo di secondo.
Una sfera più piccola segna i secondi corno divisi per decimi in un quadrante da 5 secondi.

Ma torniamo alla tecnica Del Tag Heuer Mikrograph.
il sistema di smistamento della cronografia, avviene tramite ruota a colonne.
Ma la cosa più particolare è data dal fatto che la parte cronografica, non è gestita da un bilanciere.

Nella speranza di poter esaminare con più precisione questo meraviglioso Tag Heuer Mikrograph Flyng 1000, vi invitiamo a consultare la pagina dei Calibri.

www.tagheuer.com

Longines Twenty-Four Hours automatic

La Maison rilancia nuovamente il Longines Twenty-Four Hours automatic, un orologio da aviatore con affissione sulle 24 ore.
Nel 1950, la Longines riforniva le compagnie aeree di bandiera Swissair.
Gli orologi avevano caratteristiche che all’epoca, servivano per impostare un piano di volo, come appunto le 24 ore.

New Generation

Il movimento è un L704.2 automatico con una frequenza di 28.800 a/h con 24 rubini e una riserva di carica di 48 ore.
Personalmente avrei preferito di gran lunga un calibro manuale, ma il marketing purtroppo non lo permette…
Le sue funzioni sono ore su una scala di 24, minuti, secondi data.
La cassa in acciaio misura 47,5 mm.
Fondello e quadrante sono protetti da vetri zaffiro.
Va da sé che il movimento sia a vista.
Il Longines Twenty-Four Hours è proposto in unica versione con quadrante nero opaco.
Gli indici sono trattati con superluminova.
La resistenza all’acqua è limitata a 30 m.
Possono sembrare pochi, ma di certo l’orologio non è pensato per la spiaggia o il mare!
Tant’è che la corona, è pensata per essere utilizzata con i guanti.
Infine, il Longines Twenty-Four Hours automatic è proposto ad un prezzo compreso tra i 3000 e i 4999 Dollari.

www.longines.it


Baselworld 2011

Apre i battenti il 24 marzo Baselworld 2011, la più grande fiera mondiale dell’orologeria.
La fiera rimarrà aperta fino al 31 marzo.
Con 1800 espositori tra orologi, pietre preziose e perle, l’esposizione conta più di 100 mila operatori da tutto il mondo.
Da notare il ritorno di marchi che hanno deciso di esporre a Basilea per sottolineare quanto la crisi faccia sperare in un ritorno agli acquisti.
Il Salone Mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria, che detta le tendenze dell’industria dei beni di lusso, può sottolineare la sua grande rilevanza anche nei prossimi anni.

BASELWORLD 2011 – Salone Mondiale dell’Orologeria e della Gioielleria
24 – 31 marzo 2011
Fiera di Basilea
Per maggiori informazioni visita la pagina di Baselworld