Maurice Lacroix Aikon Chronograph Sekeleton

Il Maurice Lacroix Aikon Chronograph Sekeleton dimostra coma la Maison è capace non solo di proporre orologi di lusso accessibili, ma anche do come sa muoversi nel campo dei capolavori.

Lanciata negli anni 90, la linea Aikon si rinnova con una collezione tutta nuova nel 2018.

Design

Il Maurice Lacroix Aikon Chronograph Sekeleton, racchiude in una cassa da 44 millimetri per 15 di spessore, tutti i particolari che fanno di questo orologio, un orologio che cattura subito l’attenzione.
Quello che più colpisce è naturalmente il suo quadrante scheletrito, che lascia alla vista tutte le finiture del movimento.
I 6 cavalieri che ornano la lunetta, più sottile del modello tradizionale, riprendono il disegno con linee tese e spigolose della cassa.
Questi inoltre sono stati appiattiti e lucidati per ospitare i numeri.
Quest’ultima riporta finiture che alternano superfici lucide con altre spazzolate.
Queste linee vengono riprese anche dal disegno di pulsanti e corona serrati a vite.
Il gioco di profondità è accentrato dal vetro zaffiro che lascia in bella mostra le superfici del movimento trattate in DLC nero.

Scheletrato

Come pare evidente, il quadrante del Maurice Lacroix Aikon Chronograph Sekeleton è il suo punto di forza.
Gli unici elementi che possono dare il nome di quadrante, sono i piccoli quadranti intagliati al laser che ospitano i piccoli secondi al 9 e i minuti cronografici al 3.
Questi sono sorretti da 4 bracci dello stesso grigio.
Le uniche note di colore, sono date dalle grafiche nere, la sfera dei secondi cronografici blu e qualche particolare in oro del movimento.
Tutte le sfere sono trattate con materiale luminescente, ad esazione di quella dei secondi cronografici.

La Meccanica

Ad alimentare il Maurice Lacroix Aikon Chronograph Sekeleton, troviamo un movimento meccanico a carica automatica derivato dal collaudassimo Valjoux 7753.
Naturalmente gli interventi apportati al movimento di base sono numerosi, così da prendere il nome di ML206.
L’adozione di questo movimento, per quanto possa sembrare a qualcuno di poco pregio, ha i suoi vantaggi.
Prima di tutto aiuta a contenere i costi, e seconda cosa, è una base robusta, affidabile e di facile assistenza.
Le sue specifiche vedono una frequenza di 28.800 a/h e 48 ore di riserva di carica.
Le finiture sulla parte posteriore, vedono una qualità standard con ponti a cote de Geneve e un rotore di carica personalizzato.

Conclusioni

Se focalizziamo l’attenzione sui particolari su cui sono intervenuti per realizzare questo cronografo, si capisce subito che questi non sono stati vani.
Il Maurice Lacroix Aikon Chronograph Sekeleton ha dovuto rinunciare a qualche tratto identificativo a favore di un upgrade non indifferente.
Infatti l’attenzione ora si sposta sul quadrante, ma senza rinunciare comunque alla sua identità.
Inoltre i suoi dati sono oltremodo confortanti, come il dato d’impermeabilità di ben 200 metri.
Azzeccato anche l’accostamento di un cinturino in vitello nero con cuciture a contrasto, dotato di fibbia pieghevole con sistema Easychange.

Il prezzo di vendita è di 6900 CHF.

www.mauricelacroix.com