LOUIS MOINET MEMORIS RED ECLIPSE WITHE GOLD

Quest’anno, a festeggiare i 200 anni dall’invenzione del cronografo, la Maison presenta un edizione speciale di soli 12 esemplari del Louis Moinet Memoris Red Eclipse White Gold Edition.
Un orologio che oltre a celebrare un importante compleanno, strizza l’occhio ad un importante evento astronomico.
Atteso per il 16 settembre, questo evento sarà celebrato all’osservatorio di Nauchâtel.
Qui si potranno osservare la prossima eclissi di Luna e il nuovo Cronografo che festeggia il primo cronografo della storia, firmato proprio dallo stesso Moinet.

All’interno dell’osservatorio, sarà celebrato l’evento “200 anni in 24 ore”.
Qui verrà raccontata la storia del cronografo a partire dal Compteur de Tierces, il primo cronografo della storia che vantava 216.000 alternanze per ora.

L’osservatorio per tanto sarà assediato dalla mezzanotte del 15 settembre, fino a mezzanotte del 16, per illustrare quanto si è evoluta questa complicazione.

A rendere il tutto ancor più eccezionale, la selezione dell’orologio al “Geneva Grand Prix d’Horlogerie” per la categoria “cronografi”.

L’orologio

Il nuovo Louis Moinet Memoris Red Eclipse White Gold Edition, si presenta con una cassa completamente incisa a mano con tecniche tradizionali raffiguranti il tema dell’eclissi.

I sistemi di decorazione tradizionali tanto cari a Moinet, sono vecchi di 200 anni e trovano nuove applicazioni grazie a questo nuovo capolavoro d’orologeria.

Oltre alle incisioni sulla cassa in oro bianco da 46 mm, il legame con l’osservatorio e l’attesa eclissi si possono trovare anche sulla massa oscillante.
Qui si scorge una Luna rossa decorata su foglia d’oro, così come gran parte del movimento e della lunetta.

Ma la quintessenza della cronografia di Casa, si trova all’interno di questa già sbalorditiva cassa:

Si tratta di un movimento meccanico a carica automatica LM-54.71.21, con funzione di cronografo monopulsante.
Progettato e realizzato da Louis Moinet, è composto da 302 componenti per 28.800 a/h (4 Hz).

Lo smistamento della cronografia tramite ruote a colonne è possibile osservarlo sul quadrante a ore 12.
Leve e ruote “galleggiano” su di un quadrante posto in secondo piano e decorato con un motivo stellato, ricavato con le già citate tecniche centenarie.

Da notare infine, il fissaggio del cinturino che richiama i castoni dei movimenti, con un serraggio tramite viti.