Brucia l’Eta Swatch

Bienne – Grenchen (Svizzera).
Brucia l’Eta Swatch.
Nella domenica del 29 dicembre 2013, alle ore 8:45 circa, scoppia un incendio nel reparto galvanizzazione dell’edificio principale della Eta Manufacture.
Per fortuna nessuno del personale è rimasto ferito, ma i danni alle strutture e al laboratorio sono ingenti.
Al momento dell’incidente non c’era nessuno all’interno, e grazie al rapido intervento dei sistemi di sicurezza interni ad ai pompieri di Grenchen, l’incendio non ha intaccato i laboratori adiacenti.
Il fuoco è stato domato intorno alle 9:30.
Le ragioni dell’incidente non sono ancora note.
I danni sono notevoli, anche se ancora non è stato quantificato l’ammontare.
Si ipotizza che il disastro, si aggiri introno ai 4/6 milioni di Euro.
Nella giornata del 30, le quotazioni della Eta hanno perso il 2% in borsa.
Nick Hayek ha dichiarato che l’incendio ha colpito il cuore della produzione, devastando i locali per l’assemblaggio.

Al suo interno, la produzione, oltre a fabbricare movimenti per i famosi orologi di plastica da cui prendono il nome, fornisce anche marchi di proprietà come Omega, Tissot, Longines, Rado, ecc… nonché marchi di lusso esterni in tutta la Svizzera e in tutto il mondo.

La ricostruzione dei laboratori, richiede una tempistica stimata di 6/8 mesi.

www.swatchgroup.com