Roger Dubuis Excalibur Quatuor

Roger Dubuis Excalibur Quatuor

Il Roger Dubuis Excalibur Quatuor segna evento eccezionale nella storia dell’alta orologeria firmato Roger Dubuis, che presenta il primo orologio con quattro bilancieri con spirale in silicio.
Una sfida alla gravità che vede quattro bilancieri accompagnati da cinque differenziali, che segnano un nuovo traguardo nel campo della precisione.

Il Silicio

Da diversi anni il silicio viene usato nei movimenti per aumentarne le prestazioni cronometriche.
Roger Dubuis si spinge oltre i limiti realizzando il primo orologio della storia con cassa interamente in silicio.
Infatti il silicio viene utilizzato per la sua leggerezza, che è di due volte inferiore all’acciaio e la sua resistenza, quattro volte più resistente.
La composizione molecolare del silicio è infatti simile a quella del diamante, cosa che sfida le capacità di lavorazione, richiedendo competenze specifiche e prodezze tecniche.

Roger Dubuis è una delle pochissime Maison che hanno la possibilità e la capacità di fabbricare organi regolatori “in casa”.
Questo ha reso possibile la progettazione di questo prodigio di tecnica che richiede non uno, ma ben quattro organi bilanciere-spirale nello stesso movimento.
Il Calibro RD101, con i suoi 590 componenti, apre così le porte ad una pratica considerata impraticabile fino ad ora.

Il Movimento

E se questa complicazione a dir poco audace non fosse già abbastanza, il Cal. RD 101 integra un inedito sistema di indicazione della riserva di carica in attesa di brevetto, al servizio di una delle più feroci missioni dell’orologeria: la precisione.

A causa della gravità, un normale orologio meccanico, subisce l’effetto in modo costante, alterando la marcia a seconda della posizione.
Il compito del tourbillon, è ruotare di 360 gradi l’organo regolatore, così da cambiare la posizione ogni minuto.
L’Excalibur Quatuor invece, grazie ai suoi 4 organi regolatori, questo problema lo risolve in modo costante e continuo.

Musica

Un calibro tradizionale è considerato di precisione quando la sua frequenza è di 4Hz.
Il Cal. RD101 invece dispone di un eccezionale frequenza di 16Hz.
Questo avviene grazie ai 4 bilancieri che oscillano in modo non sincronizzato, lasciando il tradizionale ticchettìo ad una nuova armonia.

L’inedita indicazione della riserva di carica, è composta da un piccolo quadrante con due mezze lune ed un indicatore a doppia punta.
Il quadrante gira con la velocità dei bariletti, ovvero 4 giri e mezzo al giorno, mentre l’indicatore, girando ad una velocità inferiore, da la lettura della riserva residua.

Sette sono gli anni di sviluppo tecnico per portare alla luce questo capolavoro.
Un orologio con quattro organi regolatori, una riserva di carica inedita, cinque differenziali coassiali… in più, in attesa della certificazione per il Punzone di Ginevra, come tutti gli orologi Roger Dubuis.

L’Estetica

Tornando alla cassa, che merita un approfondimento, essa è composta da un unico blocco di silicio, un “metallo-cristallo” dalle caratteristiche ottimali e che ha richiesto una competenza tecnica divenuta esclusiva di Roger Dubuis.
Disponibile anche in oro rosa, sarà prodotto in 88 esemplari.

Roger Dubuis e Gregory Bruttin:
Due generazioni di orologiai al servizio dello stesso ideale.

Gregory Bruttin è il responsabile dello sviluppo dei movimenti della Manifattura Roger Dubuis e a lui si deve la realizzazione del’ Excalibur Quatuor.
Un Maestro toccato dalla grazia meccanica che fa ben sperare per il futuro della Maison.
Incontratosi con Roger Dubuis nel 2002, Gregory Bruttin non è solo entrato a far parte di uno dei marchi più innovativi e vulcanici del 21° secolo, ma anche con il Maestro Roger Dubuis in persona che ha fatto del Marchio, fin dalla sua nascita nel 1995, uno dei pochissimi che vanta il Punzone di Ginevra in tutta la sua gamma.