De Bethune DB28

De Bethune DB28

David Zanetta, Denis Flageollet, e Pierre Jaques, annunciano che il De Bethune DB28 ha vinto il premio “Aguille d’Or” al Grand Prix d’Horlogierie di Ginevra.

L’orologio è dotato di fasi di Luna sferiche in acciaio blu, il bilanciere in palladio e silicio o il sistema a triplo paracadute e bracci mobili.
De Bethune rivisita i propri classici e ribadisce la sua identità per estetica e caratteristiche tecniche, portando una visione futuristica in orologeria.

Il design della cassa è un segno di identità, con la corona al 12, caratteristica che riporta agli orologi da tasca, e la Luna sferica in 3D, sono tutti tratti caratteristici dell’estetica contemporanea della Manifattura.

Il calibro DB2115 beneficia delle ultime invenzioni tecnologiche della Casa, come l’autoregolazione del doppio bariletto o il bilanciere in silicio-palladio con spirale a curva terminale protetti da un triplo paracadute, fino ad arrivare ad una visione reale delle fasi di Luna, che proprio come accade ad occhio guardando il nostro satellite, avviene sul quadrante del De Bethune DB28, che può vantare uno scarto di un giorno ogni 122 anni.

Sul fondello troviamo una piccola apertura semicircolare, dove l’indicazione della riserva di carica trova il suo spazio.

Ancora una volta De Bethune stupisce con orologi al di fuori degli schemi, con una visione futuristica sia in fatto di design, che di tecnica, firmando l’espressione contemporanea dell’orologeria.

Specifiche

Calibro DB 2115 meccanico manuale
Doppio bariletto autoregolatore
Bilanciere in palladio-silicio
Sistema di triplo paracadute
fasi di Luna tridimensionali
29 rubini
28.800 a/h
riserva di carica di 6 giorni

Cassa in titanio grado 5 di forma da 43 mm.
Spessore 11,3 mm.
Anse mobili in titanio grado 5
Vetro zaffiro antiriflesso da 1800 Vickers
Corona a ore 12 regolabile in 2 posizioni

Cinturino in alligatore con fibbia ad ardiglione.

www.debethune.ch