Ulysse Nardin Repetition Minutes Tourbillon

Ulysse Nardin Repetition Minutes Tourbillon

Alessandro il Grande ha ispirato l’Ulysse Nardin Repetition Minutes Tourbillon, un segnatempo eccezionale che combina una suoneria a carillon “Westminster” e Jaquemarts.
Questo pezzo di alta orologeria è limitato a soli 100 esemplari ed è probabilmente uno degli orologi più complicati mai realizzati dalla Ulysse Nardin.

Il suo meccanismo è alloggiato in una cassa in oro 18 carati bianco o rosa da 44 mm. di diametro ed è impermeabile fino a 30 metri.
Il tourbillon è alloggiato al 6 ed è integrato nel quadrante, dove mostra un ponte che è frutto dell’ispirazione dei Tourbillon di James Pellaton del 20° Secolo.
Il movimento vanta inoltre 36 rubini, 27,6 mm. di diametro e 8,5 di spessore.
Ogni componente del movimento è decorato, smussato e rifinito a mano.

Gli automi

Gli automi sul quadrante rappresentano Alessandro il Grande in battaglia completo di armatura.
Viene rappresentato in diverse pose, per un totale di 5 personaggi sul quadrante di diamante sintetizzato.

I movimenti degli automi, sono sincronizzati con i suoni del gong che si attivano ad intervalli di un minuto, un quarto d’ora o un ora come combinazioni predefinite.
All’estrema sinistra il personaggio è statico, pronto alla battaglia.
Ogni singolo personaggio si muove a seconda dell’intervallo: quello a cavallo per i quarti e quello vestito di rosso per i minuti e i quarti.
Questo orologio è l’unico che può vantare queste funzioni.

La suoneria

Il meccanismo di ripetizione, è stato brevettato dall’inglese Daniel Quare nel tardo 17° secolo, prima dunque dell’invenzione dell’energia elettrica.
La suoneria quindi, all’epoca, dava diversi vantaggi dopo il tramonto.
Il primo orologio da polso prodotto con la ripetizione, risale al 19° secolo.

Il carillon Westminster è dotato di quattro diversi toni di gong (Mi-Do-Re-Sol). Quando la ripetizione è armata, le ore sono scandite da un “Sol” mentre per il minuto viene suonato un “Mi”

I quattro gong suonano insieme in tre diverse sequenze per il quarto d’ora:

1° quarto: Do-Re-Mi-Sol
2° quarto: Mi-Do-Ré-Sol/Sol-Ré-Mi-Do
3 ° quarto: Mi-Do-Ré-Sol/Sol-Ré-Mi-Do/Mi-Do-Ré-Sol

L’uso del diamante sintetico per il quadrante, ha richiesto ad Ulysse Nardin anni di ricerca e sviluppo.
E’ costituito da milioni di piccolissimi cristalli di diamante sfaccettati in modo da creare uno strato uniforme.
Il risultato sono due toni a contrasto con una brillantezza più o meno intensa a seconda del apprezza delle pietre.

La Meccanica

Il movimento è un carica manuale cal. UN-78 con 36 rubini, una riserva di carica di 70 ore e un tourbillon ad un minuto.
Le funzioni sono di ore, minuti, ripetizione minuti, carillon Westminster su 4 timbri (mi, do, re, sol) e Jaquemarts (automi).

Doppio vetro zaffiro antiriflesso per quadrante e fondello.
Cinturino in alligatore con fibbia déployante nel metallo della cassa.

L’ Ulysse Nardin Repetition Minutes Tourbillon è un edizione limitata a 50 pezzi in oro bianco e 50 in oro rosa

Referenze: 780-90 per l’oro bianco
786-90 per l’oro rosa

www.ulysse-nardin.com