Storia della Venus

Il marchio “Venus”  è stato fondato nel 1902 a La-Chaux-de-Fonds da Paul Arthur Schwarz e dalla moglie Etienne.
La fabbrica era conosciuta con il nome di “Paul Schwarz-Etienne”.
In seguito il marchio è stato cambiato in “Les Fils de Paul Schwarz-Etienne”.
Nessun orologio è mai stato mai venduto sotto questi nome.
Nel 1930 Venus cominciò a produrre calibri cronografici sviluppati e ASSEmblati in casa, cosa che portò rapidamente a crearne di ingegnosi e all’avanguardia.
Infatti furono tra i primi a produrre cronografi a 2 contatori e ad utilizzare il sistema di smistamento con RUOTA A COLONNE.

Nel 1950 vince il premio design presso la Fiera di Basilea.
Nel 1960 il Marchio Venus, era distribuito a livello globale.
Anche il Vaticano, ne fece un ordine di 100 pezzi in oro bianco con MOVIMENTO a carica automatica.

Tra il 1974 e il 1983, anche Venus risentì della crisi del quarzo giapponese e fu costretta a ritirarsi dal mercato.
Il marchio rinasce nel 2011 a Ginevra

I seguenti marchi sono stati registrati presso il “Eigentum Eidgenössisches Amtfür GeisTIGEs” per Schwarz-Etienne:

– Ardor
– Arexo
– Ascot
– Astro
– Certus
– Cysne
– Denis
– Dom
– Germa
– Gerwa
– Glorys
– Haga
– Innig
– Lesek
– Orfeus
– P.S.E.
– R.P.S.
– Syntetic
– Venus

Non si sa se tutti i “marchi” siano mai stati utilizzati e in quali quantità, ma si sa che un “Dom” con fasi di luna e calendario completo sono stati disponibili in Italia.
Gli orologi Venus, dal 1902, ha commercializzato orologi classici, orologi da tasca e orologi da polso meccanici.
I cronografi in oro 18k sono stati i modelli di punta negli anni ’50.
Hanno usato alcuni calibri Venus, ma sopratutto la produzione era concentrata sul Valjoux 88.

Il marchi Venus e Schwarz-Etienne, sono ANCORA attivi.