Storia della Hy Moser e Cie.

La Watch Company of Henry Moser & Cie nasce a Le Locle, in Svizzera, per mano di Heinrich Moser .
Decide di adottare il sistema di lavoro basato sul principio della divisione di lavoro, importando pezzi dalla città natale di Sciaffusa e di creare una piccola fabbrica adatta a questo scopo.
Il consiglio Comunale declina la sua iniziativa, premiando un altro orologiaio dandogli la carica di orologiaio della città.
Decide così di emigrare verso S. Pietroburgo, in Russia, dove nel 1826 apre il negozio che porta il nome del figlio: Henry Moser.
Alla fine del 1828 nasce la H. Moser & Co.
Da questa nascita, Moser conia la firma corsiva istituzionale, che spesso è accompagnata da uo stemma.
Fino al 1918, con rare eccezioni, la firma appare anche in diversi caratteri, indipenDENTEmente se si tratta di orologi suoi o provenienti da produzione esterna.

Nel 1829 fonda la sua fabbrica a Le Locle, dove fabbrica orologi da tasca per il mercato europeo e asiatico.
Dal 1831, Moser è in grado di aprire una filiale anche a Mosca.
Una decisione astuta fu quella di aprire succursali anche a Nizhni Novgorod e a Irbit, oggi i più importanti centri fieristici della Russia.

Dali a poco Moser surclassa i suoi concorrenti, conquistando i mercati Giapponesi e Cinesi, la Persia e il Turkstan, fino a Siberia, Kamchatka e Francia.
Nel 1845 diventa leader indiscusso in Russia, dove aveva 50 persone alle sue dipendenze.

Anche dopo il suo rientro a Sciaffusa come ricco imprenditore, rimase un orologiaio per passione e consapevole della sua formazione, che per quanto riguarda la qualità dei suoi orologi da tasca, rappresentavano un punto debole nel processo di produzione.
Nel 1853 apre un laboratorio composto da 20 persone addette, dove venivano prodotte principalmente cASSE in argento.
Nel 1863 rinnova il laboratorio con nuove macchine che avrebbero facilitato la produzione.

Il suo unico figlio, Henri Moser (1844 – 1923), ha sempre mostrato poco interesse per gli orologi, con grande dispiacere del padre.
Da qui, la separazione dei due avvenne nel 1870.
Alla morte di Henrich Moser nel 1874, la seconda moglie Fanny eredita tutti i suoi interessi commerciali e la fabbrica di Le Locle, vendendo la società a Johann Winterhalter e la fabbrica a Paul Girard.
Nei contratti di vendita era specificato che entrambe le attività, avrebbero dovuto continuare a produrre con il nome di H. Moser & Cie. o Henrich Moser & Co. in conformità alle istruzioni del marito.

Il figlio Henri non ebbe mai figli, dando fine così alla dinastia dei Moser.

Il nome H. Moser & Cie. continuò fino al 1917, quando la Rivoluzione Russa di ottobre, cancellò il mercato degli orologi, ormai dominato dalla Svizzera.
L’ ultimo dei registri della società Moser sembra risalire a Cornelius Winterhalter (1908 – 1918) e Octave Meylan (1910 – 1918), quando al loro ritorno in Svizzera, gli viene espropriata l’ attività.

Intorno al 1920, ormai proprietà statale, la Moser comincia a riparare orologi sotto il nome di “Central Watch Repair Workshop” e a produrre orologi tra il 1927 e il 1930.
Moser continua ad essere considerato sinonimo di qualità nella produzione di orologi per molto tempo a seguire.

Nel 1966 all’ esercito russo viene presentato un interessante orologio da tasca in oro risaLENTE al PERIODO preceDENTE l’espropriazione con una speciale dedica incisa.
L’orologio è ora di proprietà della Moser Shaffausen AG in una mostra contemporanea.

Anche dopo’ acquisto da parte della famiglia Girard, l’ impianto di Le Locle continua a produrre orologi pregiati e continua ad aderire alla filosofia di Moser e di lavorare solo con i migliori fornitori.

Dal 1953 si punterà verso un espansione per la produzione di orologi da polso, in particolare un orologio da 12 linee e uno da 11 linee e 1/2 a carica automatica.

Nel 1979 la fabbrica entra a far parte del gruppo “Dixi – Mecanique” e commercializzati come Hy Moser & Cie.

Il marchio originale “H. Moser & Cie.” viene di nuovo registrato a livello internazionale dal Dott. Jurgen Lange nel 2002.
Moser Shaffausen AG è stata lanciata congiuntamente dai famigliari diretti della famiglia Moser, dove il il pronipote di Heinrich Moser è il PresiDENTE Onorario del Consiglio di Amministrazione.

La società è tornata a proporsi nel’ Autunno del 2005 in occasione del bicentenario della nascita di Heinrich Moser.
Oggi la H. Moser & Cie. produce orologi eleganti con un pizzico di understatement, utilizzando movimenti meccanici prodotti in-house seguendo i massimi standard qualitativi, offrendo una notevole quantità di innovazioni tecniche a beneficio della clientela.

Curiosità:

Johann Moser, nipote di Heinrich Moser, fece le sue prime esperienze nel campo a La Chaux de Fonds e a Le Locle.
A San Pietroburgo, dove sviluppò una fiorente attività di produzione e vendita di orologi, conobbe la moglie Charlotte Mayu.
Quando tornò a Sciaffusa, fu il principale responsabile della realizzazione degli impianti idraulici sul Reno che portarono al processo d’ industrializzazione della regione. Questi impianti fornivano energia anche alla IWC.
Moser morì nel 1874, un anno prima della crisi che portò A. F. Jones, fondatore di IWC, ad abbandonare Sciaffusa.
Moser fu essenziale per la nascita di IWC e anche se strettamente legato ad essa, non si può considerare in nessun modo co-fondatore di questa.