Ore nel mondo

Il sistema “World Time” utilizzato da Patek Philippe fu inventato intorno al 1935 da Louis Cottier (1894-1966), famoso orologiaio indipenDENTE ginevrino autore di un gran numero di orologi complicati realizzati anche per altre importanti Case orologiere quali Agassiz, Vacheron Constantin e Rolex (si stima che egli abbia realizzato complessivamente 455 movimenti World Time destinati sia a orologi da polso che a modelli da tasca e da tavolo).

Tra i primissimi modelli Patek Philippe figura un orologio con CASSA rettangolare galbé in oro rosa del 1937, Ref. 515, di cui si conoscono soltanto due esemplari.
Tra il 1937 e il 1940 il MOVIMENTO “world time” fu montato su diversi tipi di cASSE, in base alle quali si distinguono le diverse referenze: nello specifico, la Ref. 542 HU, di 28 millimetri di diametro, con grandi anse dritte e LUNETTA con i nomi di 30 città, e la Ref. 96 HU, con CASSA CALAtrava, della quale si conosce un unico esemplare datato 1939.
Intorno al 1939-40 iniziò la produzione delle serie 1415 e 1416, entrambe caratterizzate da una CASSA rotonda di 31 millimetri di diametro e dalla LUNETTA girevole con i nomi delle principali città del mondo; diverse, nei due casi, le anse: a goccia per la Ref. 1415 e dritte a uncino per la Ref. 1416.
Nel 1940 fu realizzato, su richiesta del dottor P. Schmidt, un esemplare unico di CRONOGRAFO con le ore del mondo (Ref. 1415-1), CASSA in oro giallo con pulsanti rettangolari, LUNETTA con 33 città, QUADRANTE con duplice scALA per le pulsazioni e la pressione; tale orologio è stato venduto da Antiquorum nell’asta di Ginevra del 15 e 16 ottobre 1994 per la straordinaria cifra di 990.000 franchi svizzeri.
A partire dagli anni ’40, gli orologi a ore universali di Patek Philippe possono essere raggruppati in tre serie principali: una serie di orologi da tasca, alcuni con QUADRANTE argenté o nero, altri con QUADRANTE in smalto cloisonné (Ref. 605, in produzione dagli anni ’40 agli anni ’60); due serie di orologi da polso, rispettivamente con una CORONA (Ref. 1415, in produzione dal 1939 agli anni ’50) e con due corone (Ref. 2523 e 2523-1, in produzione dal 1953 al 1965 circa), alcuni con QUADRANTE argentato o dorato, altri con QUADRANTE guilloché, altri ANCORA con QUADRANTE in smalto o in smalto cloisonné. Soprattutto questi ultimi, disponibili con la mappa di Europa, Asia e Africa, o del nuovo continente, sono quelli maggiormente apprezzati dai collezionisti.
Sono stati loro, con le eccezionali vendite degli anni ’90, a creare un clima di grande interesse intorno a questa tipologia di orologi, preparando il terreno per il lancio della generazione moderna dei modelli World Time di Patek Philippe: la Ref. 5110 del 2000, seguita e sostituita, nel 2006, dalla Ref. 5130.

orenelmondo