Cipolle ed eros

Pensare all’eros guardando un orologio sembra passione solo per sessuomani.
Ma questi piccoli gioielli di meccanica, collezionati soprattutto da donne, grazie ai loro piccanti segreti hanno raggiunto valutazioni da capogiro.
Erotismo e meccanica, immagini audaci insieme a bilancieri di rara precisione: è il mix che ha reso gli orologi gALAnti ambitissimi dai collezionisti e protagonisti di aste specializzate.
Pensare all’amore a tutte le ore guardando un semplice orologio sembra passione solo per sessuomani, o per inguaribili romantici.
Ma nel Diciottesimo secolo molti nobiluomini sfoggiavano anche durante balli e banchetti questi singolari oggetti d’arte, molto preziosi.
Gli orologi da taschino in oro e intarsi potevano avere anche una CASSA dall’aspetto innocente, ma sempre nascondevano all’interno un piccante segreto.
Il segnale che differenzia questi oggetti dai normali orologi è di solito una figurina in rilievo, per esempio una capretta.
Cliccando su un BOTTONE segreto si apre un secondo sportellino sul retro della CASSA che rivela piccoli dipinti a OLIO su metallo raffiguranti scene di sesso esplicito fra amanti.
Nel 1790, fu costruito il primo orologio erotico AUTOMATICO e la particolarità più intrigante era che i meccanismi animavano un amplesso sul QUADRANTE.
Quando l’orologio stava per esaurire la carica, il MOVIMENTO dell’atto amoroso della dama e del gentiluomo raffigurati rallentava.
Riprendeva ritmo dopo la carica.

SCENE GALANTI O PORNOGRAFICHE
Alcune scene su questi orologi particolari erano gALAnti, altre forti, del tutto pornografiche.
Oggi questi pezzi d’antiquariato sono considerati preziosi: vengono valutati non meno di 1.500 euro se contengono scene più spiritose che erotiche, dai 3.500 euro in su se il MOVIMENTO delle figure, grazie ai meccanismi dell’orologio, è più esplicito.

PREZZO RECORD
La famosa casa d’aste Sotheby’s ne ha battuto uno del Diciannovesimo secolo per l’incredibile cifra di 74 mila sterline.
L’orologio, chiamato «il teatro», rappresenta appunto un palcoscenico, ma nel pannello interno si vede una scena di passione fra un uomo e una donna.
Secondo alcune stime, la maggior parte dei collezionisti sarebbero donne.
Una delle più grandi collezioni esistenti al mondo di orologi erotici è stata messa insieme dal deposto (e poi morto) Re Farouk d’Egitto.